Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 19 Ottobre 2020

Giunta per il Regolamento: "Le procedure per l’elezione degli Uffici di Presidenza delle Commissioni sono state adottate nel pieno rispetto delle disposizioni"

“Le procedure per l’elezione degli Uffici di Presidenza delle Commissioni permanenti e speciali sono state adottate (nel corso della seduta consiliare del 12 giugno) nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti”.

Neri, Tallini e Lauria

E’ la conclusione cui è pervenuta la Giunta del Regolamento riunitasi (per la prima volta in questa legislatura) questa mattina a Palazzo Campanella e coordinata dal Presidente del Consiglio regionale. Dopo quattro ore di confronto, la Giunta per il Regolamento,  col voto contrario dei consiglieri d’opposizione, ha approvato (hanno votato a favore i consiglieri De Caprio, Pitaro Vito, Crinò, Sainato, Minasi, Paris, mentre alla discussione generale hanno partecipato anche i consiglieri Neri e Pietropaolo),  il seguente punto illustrato dal presidente  Domenico Tallini: “Alla luce del quesito posto e degli orientamenti prevalentemente emersi nel corso della discussione non si può non concludere che le designazioni disciplinate dall’articolo 27 comma 1 del Regolamento interno non sono da considerarsi necessariamente propedeutiche e vincolanti ai fini dell’elezione degli Uffici di Presidenza delle Commissioni e che le procedure seguite per le relative elezioni tenutesi nel corso della seduta consiliare del 12 giugno sono avvenute nel pieno rispetto delle disposizioni delle Regolamento, della consuetudine e della prassi consolidata nell’Assemblea legislativa calabrese”.  

Notarangelo, Bevacqua, Pitaro e Anastasi

Dopo le osservazioni dei consiglieri d’opposizione (Notarangelo, Bevacqua, Pitaro e Anastasi) che hanno ribadito “lo strappo politico verificatosi quando la maggioranza ha eletto in Consiglio sia i presidenti che i vicepresidenti spettanti all’opposizione”, in vista del superamento dell’impasse per consentire alle Commissioni di entrare il più rapidamente possibile in funzione,  si è all’unanimità convenuto che prossimamente  occorrerà elaborare una riforma organica del Regolamento del Consiglio, onde evitare in futuro disguidi, incomprensioni e fraintendimenti. “Circa la designazione da parte dei Gruppi nelle Commissioni - ha puntualizzato il presidente Tallini ho preso atto con piacere che sarà fatta a giorni senza che io debba azionare i poteri sostitutivi al fine di garantire il buon funzionamento dell’Assemblea, l’esercizio dei diritti dei consiglieri e la principale  ‘mission’ consiliare, ossia la funzione legislativa”. Il presidente Tallini, infine, si è augurato che “superate queste frizioni politiche, maggioranza ed opposizione possano contribuire, ciascuna per la propria parte e per la propria responsabilità, a fronteggiare e risolvere i tanti problemi che in questa grave congiuntura economica e sociale stanno angustiano i calabresi”.