Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 26 Febbraio 2021

Province: i capigruppo scrivono a Scopelliti



I Presidenti dei Gruppi consiliari hanno inviato una lettera al Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti sulla vicenda della soppressione delle Province il cui testo si trasmette integralmente

Caro Presidente, come a Lei ben noto, nell’ambito della cosiddetta “spending review”, è prevista la soppressione di un numero al momento non ben precisato di province. Sarebbero stati individuati allo scopo criteri territoriali e/o demografici, il rispetto dei quali sancirebbe la cancellazione degli enti intermedi di Crotone e Vibo Valentia.

Le Regioni hanno in materia prerogative costituzionali precise che, vincolanti o meno, non possono, a nostro avviso, restare inespresse, tenuto conto che la nostra regione per popolazione, numero di comuni ed estensione territoriale, può conservare le cinque province esistenti. Tutti gli enti regionali infatti, nei cui confini ricadono province suscettibili di soppressione, sono mobilitate in una azione negoziale con il Governo allo scopo di affermare ragioni territoriali idonee a tutelare le loro realtà nel processo di riassetto istituzionale quale quello in esame.

Siamo certi che Ella, con tutta la sua Giunta, non vorrà far mancare un qualificato ed autorevole contributo rispetto ad un provvedimento che, in considerazione di peculiarità e condizione socio-economica delle realtà crotonese e vibonese, finirebbe per pregiudicarne potenzialità di sviluppo, nonché conservazione di presidi istituzionali e democratici irrinunciabili.

Pertanto, Le chiediamo, di voler attivare ogni iniziativa utile a scongiurare il suddetto rischio. Poiché, come Lei saprà, si terrà questa sera un incontro tra i Ministri interessati, e quindi entro la giornata odierna e quella di domani si potrebbe pervenire a decisioni importanti, è indispensabile agire tenendo conto di questa tempistica. Sicuri di un suo determinato e convinto intervento, individuando i percorsi più utili allo scopo, le porgiamo cordiali saluti.