Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Domenica, 19 Settembre 2021

Sì all’Aterp da parte della prima Commissione

La prima Commissione consiliare “Affari istituzionali, affari generali e normativa elettorale”, presieduta da Franco Sergio, ha espresso parere favorevole all’unanimità sulla deliberazione della Giunta regionale che dà attuazione all’articolo 7 della legge regionale n.24 del 16 maggio 2013 relativa all’istituzione La prima Commissione consiliare “Affari istituzionali, affari generali e normativa elettorale”, presieduta da Franco Sergio, ha espresso parere favorevole all’unanimità sulla deliberazione della Giunta regionale che dà attuazione all’articolo 7 della legge regionale n.24 del 16 maggio 2013 relativa all’istituzione dell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica regionale.

Franco Sergio Oliverio Presidente Franco Sergio (Oliverio Presidente)


In particolare, l’organismo consiliare – ai cui lavori hanno partecipato l’assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno ed il dirigente generale reggente del Dipartimento Organizzazione, Risorse umane - Controlli della regione Calabria Luigi Bulotta- si è concentrato sullo Statuto dell’Aterp, apportando modifiche agli articoli 9, 11 e 16 in un percorso di confronto proficuo e sinergico tra la Giunta regionale ed in particolare il consigliere Michele Mirabello. Ciò anche al fine di contemperare le esigenze di funzionalità dei distretti territoriali ubicati nelle città di Catanzaro, Reggio Calabria, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia, salvaguardandone le prerogative, per come previsto dall’articolo 2 dello Statuto. Al riguardo, l’assessore Musmanno ha richiamato “la profonda innovazione legislativa che ha portato all’ istituzione dell’Aterp regionale nell’ottica non di un accentramento fine a se stesso, ma nello spirito di una condivisione di processi produttivi, attività e problematiche comuni alle cinque province, il che comporta, in un’economia di scala, un’ottimizzazione dei processi produttivi, un’uniformità delle procedure amministrative, oltre che un contenimento dei costi della spesa pubblica, sostituendo con una unica figura di vertice, cinque direttori generali, cinque direttori amministrativi, cinque direttori tecnici e cinque collegi dei revisori”. Inoltre, la Commissione, dopo aver proceduto all’esame abbinato sulla proposta di legge del consigliere Greco recante “Disposizioni di riordino delle funzioni amministrative regionali, di area vasta e Città metropolitana, in attuazione della legge n. 56/2014” e sulla legge 99/X ° della Giunta regionale che dispone i primi interventi per favorire la costituzione della Città Metropolitana di Reggio Calabria, procederà, in sintonia con l’Ufficio legislativo, a predisporre un testo unificato che armonizzi le due proposte, rappresentando il punto di riferimento per la definizione di una legge quadro sul riordino degli Enti locali. Infine, dal presidente Franco Sergio questa sollecitazione: “Auspico – dichiara- un ulteriore percorso di approfondimento per realizzare la necessaria sinergia tra la Giunta e la Commissione che ho l’onore di guidare al fine di arrivare ad una vera legge organica definitiva per mettere a sistema la complessa materia del riordino”.