Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 26 Febbraio 2021

Bova: "Incendio container a Lamezia atto vile contro i bisognosi"

“Lascia francamente sbigottiti il gesto inqualificabile e violento contro i container della Caritas di Lamezia Terme destinati a ricovero temporaneo per i senza tetto e i bisognosi”.
Lo afferma in una nota il presidente della Commissione regionale antindrangheta, Arturo Bova.

Il presidente della Commissione contro la 'ndrangheta Arturo Bova Il presidente della Commissione contro la 'ndrangheta Arturo Bova


“La Diocesi lametina e la Caritas di quella città, insieme ad altre organizzazioni, sono da tempo duramente impegnate per stare vicino ed assistere persone particolarmente svantaggiate. Un’opera di misericordia – dice Arturo Bova – stupidamente e drammaticamente interrotta senza ragione. L’intimidazione non è stata diretta soltanto alle strutture della Caritas, alla Diocesi di Lametia Terme,  ma a tutti quei cittadini, soprattutto i giovani, che quotidianamente spendono significativamente il loro tempo dedicandone una parte agli altri, a chi manifesta più bisogno e necessità.  Gesti così brutali e, allo stesso tempo, incomprensibili e irrazionali, sono un segnale pericoloso di protervia di chi crede che la società civile e lo Stato possano tirarsi indietro in questa battaglia che, definire di civiltà, è davvero troppo poco. A noi, alla politica – conclude Arturo Bova – tocca agire di conseguenza rinvigorendo l’impegno e  la solidarietà non solo verso chi è indietro nella società, ma per tutte quelle persone e quelle organizzazioni di servizio, come la Caritas, la cui presenza sui nostri territori è ammirevole per l’assistenza continua e l’aiuto verso coloro i quali non hanno i mezzi per proseguire una vita dignitosa”.