Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 13 Agosto 2020

Italian Startup Scene Calabria. Parla Luigi Mazzei

I dati Istat al 31 Maggio parlano chiaro, la disoccupazione giovanile in Italia è al 41,2 per cento e come ha affermato recentemente il presidente di Confindustria Squinzi: «rischiamo di perdere due o tre generazioni di giovani immessi al lavoro». I dati Istat al 31 Maggio parlano chiaro, la disoccupazione giovanile in Italia è al 41,2 per cento e come ha affermato recentemente il presidente di Confindustria Squinzi: «rischiamo di perdere due o tre generazioni di giovani immessi al lavoro». Visto da fuori ed in relazione ad i numeri sembrerebbe un Paese rassegnato e senza idee, un Paese che ha come unico comun denominatore lo sconforto sociale, specie nelle aree meridionali dove la migrazione verso il Nord rimanere l’unica soluzione per cercare di mettere a frutto le proprie potenzialità.

Luigi Mazzei


In Calabria però c’è chi sta provando ad invertire la tendenza, chi rifiuta il concetto che non si possa fare imprenditoria giovanile in Italia investendo sull’innovazione. Abbiamo incontrato Luigi Mazzei, attualmente Content & Community Manager di Atooma, una delle applicazioni di automatizzazione più diffusa negli smartphone, che ha fondato insieme adaltri la sezione calabrese dell’Italian Startup Scene.
La storia di Luigi e dei suoi colleghi, ci dimostra come la rete e i social network possano essere un volano di sviluppo e di impresa abbattendo il gap di informazione e di divario digitale.

Come è nata la rete Italian Startup Scene Calabria?

La rete Italian Startup Scene Calabria è nata il 3 aprile 2013 da un’idea di Valerio Pullano sulla scia del gruppo italiano Italian startup Scene. Il giorno seguente il 4 aprile, Riccardo Luna da ex direttore di Wired Italia, lancia un tweet “Cambiamo Tutto!” dal titolo del suo omonimo libro. In quello stesso giorno viene inaugurata la nuova sede di Luiss Enlabs al binario 23 al piano superiore della stazione Termini. Durante la serata abbiamo colto la palla balzo per rilanciare il tweet di Riccardo Luna nella realtà e abbiamo deciso di comune accordo di far crescere il gruppo e mappare tutti gli innovatori della Calabria. Nei giorni successivi si è unito al gruppo anche Antonio Bevacqua e ad oggi il gruppo conta quasi 300 persone.

Cosa significa cercare di fare impresa giovanile in Calabria, quali sono le opportunità e quali gli ostacoli?

Credo che la ricetta sia la stessa in ogni parte del mondo: idea, team e trovare fondi per avviare un’impresa. Le difficoltà sono tante perché fare impresa non è facile da nessuna parte. Le opportunità vanno colte come in ogni parte del mondo e la Calabria è una terra che può offrire tanto e dispone di grandi menti. Occorre anche sfruttare le risorse preesistenti e trasformarle in business. Penso che non abbiamo nulla da invidiare ad altre regioni. Ci sono tanti cervelli che stanno facendo un ottimo lavoro. Quello che manca in Calabria è proprio un network dove riunire tutti gli innovatori, venture capital e spazi dove far aggregare gli startupper.

Il gruppo di partenza di questa rete da chi è composto e quali sono le vostre esperienze professionali?

Il gruppo è stato creato da tre ex studenti di Innovaction Lab, percorso formativo, che insegna come creare una startup e presentarsi ad un venture capital. A Innovaction lab ho conosciuto Valerio Pullano, catanzarese studente di economia Co-founder di Gamepix, startup incubata all’interno di Luiss Enlabs e del programma Microsoft Bizspark. Gamepix vincitrice dello Startup Action Berlin 2013. Il secondo è Antonio Bevacqua ingegnere informatico di Rende (Cs) CEO di Condomani un social network che aiuta a gestire nel migliore dei modi i condomini. Il terzo sono io, Luigi Mazzei, di Trebisacce (Cs) laureato in psicologia della comunicazione e del marketing alla Sapienza, attualmente sono Content & Community Manager di Atooma, miglior app al work mobile Congress 2013 e vincitrice della prima edizione del Techcrunch Italy2013.

Valerio Pullano, Edouard Wawra, Justine Silipo


Altre persone attive nel gruppo sono Angelo Marra, presidente di Confindustria Giovani Reggio Calabria, Alexander M. Orlando, Venture Capital, Riccardo Barberi di Technest (Incubatore dell’Università della Calabria), Alessandro Evoli di Io Resto in Calabria, Massimiliano Caruso Managing Partner di Singulance, membro della Legal Network Alliance.  Dalla mappatura effettuata sul gruppo Facebook, oltre alle già citate Gamepix e Condomani ci sono le seguenti startup innovative: Eco4Cloud, QuantaVita, Fooblr, MyJobPage, Pandemia e Spintel.

Percepite l'esistenza di un divario digitale tra la Calabria e il resto delle regioni italiane?

Il digital divide è uno dei maggiori problemi non solo della Calabria ma dell’Italia intera perché abbiamo un basso tasso di penetrazione di Internet rispetto ad altri stati. Ci sono moltissime zone che non sono ancora coperte da ADSL, questa mancanza rallenta moltissimo lo sviluppo di nuovi business. A mio avviso credo che bisogna incentivare le istituzioni a installare wifi nei luoghi pubblici. Internet è un ambiente che sta creando business senza eguali, quindi occorre prendere dei provvedimenti per fare in modo che anche il piccolo borgo non rimanga indietro.

Per le vostre aziende quali sono stati i benefici che avete riscontrato creando l'SSC?

Antonio Bevacqua


IssCalabria, in poco tempo ci ha messo in contatto con tante belle realtà che operano attivamente sul territorio. In questi mesi mi sono preso la briga di contattarli uno per uno, andando da imprenditori, scuole, comuni, associazioni a spiegare cosa stavamo facendo e quali sono i nostri obiettivi. Ho fatto questo perché credo fermamente nel networking e nella condivisone di idee. Il problema fondamentale della nostra regione che si fa poca rete, quindi occorre che ognuno di noi sia dia da fare per fare networking, in modo da accrescere il proprio business.

Cosa consigli ad un giovane calabrese, magari rassegnato all'idea di emigrare perché il territorio non offre molte possibilità?

Il consiglio che posso dare a un giovane calabrese è di credere in qualcosa e perseguirla perché nulla è impossibile. Il duro lavoro, la passione, la condivisione, la collaborazione sono la base per poter realizzare i propri sogni. Basta armarsi di buona volontà scegliere il team giusto con skills differenti e iniziare a creare un’idea di business.  Ogni giorno sul web vengono pubblicati tanti bandi e call danno la possibilità di realizzare progetti senza disporre di capitali. I numeri parlano chiaro, non a caso, all’ultima call di Working Capital sono arrivati 1200 progetti in soli 40 giorni per aggiudicarsi grant da 25.000 euro.

Quali sono i progetti futuri e gli appuntamenti della vostra rete?

Il network mira a diventare la bussola di riferimento per le startup, innovatori, studenti ricercatori, professori e le imprese in Calabria. Io, Valerio e Antonio ci crediamo fino in fondo, stiamo lavorando ogni giorno affinché si realizzi questo progetto. Crediamo fermamente che possa apportare giovamento e PIL alla nostra regione. Proprio in questi giorni ci stiamo organizzando per creare il meeting di presentazione con tutte le startup calabresi e con ospiti di grosso calibro che stiamo contattando in questi giorni. Giusto per fare qualche nome, finora abbiamo invitato Riccardo Luna, Augusto Coppola, Carlo Infante, Salvo Mizzi, Andrea Genovese, Angelo Marra, Massimiliano Caruso, Fortunato Amarelli e tanti altri. Per adesso abbiamo come dati certi il luogo ed il giorno della presentazione di Italian Startup Scene Calabria: Miramare Palace Hotel di Trebisacce il 27 Luglio 2013. Maggiori dettagli e conferme li daremo nei prossimi giorni. La speranza è quella di avere inquella data tante persone come noi disposte a cambiare tutto, affinché nessuno rimanga indietro!