Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 15 Agosto 2020

L’Università “Mediterranea” forma professionisti in Europrogettazione

Dopo il successo della precedente edizione, che ha visto le domande di partecipazione superare i posti disponibili, si replica con un nuovo corso-workshop in euro progettazione avanzato di 32 o 60 ore + stage.locandina_definitiva_
Giovedì 16 febbraio, alle ore 10.30, a Palazzo “Corrado Alvaro” - sede della Città Metropolitana di Reggio Calabria (ex Provincia) - la presentazione del bando (che scade l’8 marzo 2017) e delle opportunità di stage per gli iscritti presso tutti gli enti che patrocinano il corso (Consiglio regionale della Calabria, Città Metropolitana di Reggio Calabria, Finacalabra, Ordine degli Avvocati e Ordine dei Commercialisti ed esperti contabili, Cisal).
Una occasione di alta formazione “premiata” dagli studenti per l’impostazione strettamente operativa che coniuga teoria ed applicazione concreta. Grazie ad un’intuizione che si è tradotta in proficua sinergia tra Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia dell’Università “Mediterranea” di Reggio (diretto dal Prof. Francesco Manganaro), il Cat- Lab - laboratorio delle risorse Culturali Ambientali e turistiche dello stesso Ateneo – (diretto dalla professoressa Michela Mantovani) e Associazione Quality life management.

Prof. Francesco Manganaro (Direttore Dipart. Giurisprudenza ed Economia) Prof. Francesco Manganaro (Direttore Dipart. Giurisprudenza ed Economia)


La mission è quella di fornire competenze e strumenti a chi intende redigere e presentare progetti finanziabili dall’Unione Europea in una realtà beneficiaria di cospicui finanziamenti comunitari ma in cui scarseggiano specifiche professionalità. Soggetti destinatari: aziende, professionisti, enti pubblici, privati, università ed enti di ricerca. Tra i requisiti per accedere al corso: essere in possesso del titolo di laurea (triennale, specialistica, magistrale e vecchio ordinamento).
La pluralità di organismi a supporto dell’iniziativa rappresenta un significativo punto d’arrivo in un contesto spesso annichilito da individualismi esasperati e da una rincorsa a raggiungere vacue primogeniture. Fare squadra, dunque, per conseguire con più celerità ed efficacia, obiettivi di sviluppo e di progresso.

Prof. Michela Mantovani (Coordinatrice del Corso e Direttore del Cat-Lab) Prof. Michela Mantovani (Coordinatrice del Corso e Direttore del Cat-Lab)


Capacità di reperimento delle informazioni; conoscenza dei complessi meccanismi di funzionamento del sistema e degli strumenti di project management; gestione di partnership internazionali: sono questi i traguardi formativi che il corso si prefigge. Obiettivo finale: creare in Calabria effettive opportunità di lavoro legate all’imprenditorialità scommettendo sulla nostra terra a partire dalle sue eccellenze. Non a caso lo slogan dell’iniziativa è: “La professionalità come unica arma per lo sviluppo territoriale”. Tutto questo potendo contare anche sull’esperienza decennale del Cat-Lab, osservatorio che ha prodotto un’intensa attività soprattutto in termini di ricerca applicata. Una realtà, il Cat-Lab, impegnata fra l’altro, a favorire conoscenza e valorizzazione delle eccellenze del made in Italy ed in particolare del made in Calabria, anche attraverso la produzione di beni e servizi e lo sviluppo di processi per l’internazionalizzazione delle imprese italiane per i settori del cultural o luxury brand: beni culturali, turismo, enogastronomia, moda e cinema.
Dall’idea alla scommessa visto che la programmazi0ne comunitaria per il periodo 2014-2020 prevede stanziamenti particolarmente interessanti per settori come la ricerca, l’innovazione e la crescita sostenibile. In un contesto economico come quello attuale, caratterizzato da una forte contrazione delle fonti di finanziamento, i fondi strutturali rappresentano in particolare un imprescindibile strumento per finanziare la crescita e lo sviluppo strategico delle imprese.
Dinanzi alla straordinaria ricchezza paesaggistica, alla diversità naturalistica e ai giacimenti culturali e identitari della Calabria, servirà dar fondo a tutte le risorse ed energie per esaltare vocazioni e potenzialità tuttora non pienamente espresse.