Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 06 Agosto 2020

Romeo Pd sull'intimidazione a Maria Teresa Fragomeni capogruppo Pd Siderno: "Nessuno fermerà la nostra azione politica"

“L’atto intimidatorio nei confronti di Maria Teresa Fragomeni, a cui va la mia affettuosa e fraterna solidarietà e quella del Gruppo consiliare che rappresento, suscita inquietudine e allarme. maria teresa fragomeniConfidiamo, tuttavia, che forze dell’ordine e magistratura, cui va la nostra incondizionata fiducia, sapranno far luce su questo brutto episodio”. E’ quanto afferma il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Sebi Romeo. “E’ un gesto vigliacco - aggiunge - che rivela intolleranza e  prepotenza. Atteggiamenti che respingiamo fermamente. E tenta di condizionare l’azione di chi si prodiga per la salvaguardia del bene pubblico in una parte del Paese che ha un assoluto  bisogno di politici come Maria Teresa, per affermare i principi della legalità e dello sviluppo utile alla collettività”. Sottolinea il capogruppo del Pd: “Se c’è chi pensa di poter scalfire l’autonomia politica del Pd di Siderno, si sbaglia di grosso. Maria Teresa, già stimata vice segretaria del Pd della provincia di Reggio Calabria ed oggi capogruppo del Pd nel consiglio comunale di Siderno, ha tutte le carte in regola per poter continuare a esercitare le prerogative di consigliere comunale più votato nelle ultime elezioni. Ma soprattutto, come si evince dai messaggi di solidarietà che le giungono da ogni parte, da Roma e dalla Calabria, ad incominciare dal presidente Oliverio e dal segretario del Pd Magorno, Maria Teresa non è sola. Sapremo, insieme ai cittadini di Siderno, superare questo episodio e procedere nell’azione politica con libertà e indipendenza in tutte le scelte da compiere”. Infine, Sebi Romeo si è soffermato sul problema generale delle intimidazioni ai danni di amministratori e consiglieri comunali: “Nella nostra regione le intimidazioni ai danni  di amministratori e consiglieri comunali che con passione si dedicano al bene pubblico, sono giunte a un punto non più tollerabile. Si avverte la necessità di recidere ogni rapporto fra le pubbliche amministrazioni e i comitati di affari di ogni tipo. La Commissione parlamentare guidata dalla senatrice Doris Lo moro, ha prodotto una  relazione importante sugli atti intimidatori ai danni di esponenti degli enti locali, ma adesso  è necessario che Governo e Parlamento dedichino a questa  emergenza più attenzione, se del caso assumendo atti e provvedimenti  mirati alla questione calabrese”.