Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 13 Agosto 2020

Inaugurazione nuove attività grande ospedale metropolitano. Battaglia (Pd): “E’ la risposta ai bisogni reali della comunità”

“Le nuove attività del grande ospedale metropolitano ‘Bianchi- Melacrino-Morelli’ di Reggio Calabria- quali Pronto soccorso, chirurgia robotica, neonatologia con terapia intensiva neonatale, cardiochirurgia e terapia intensiva cardiochirurgica -

Il consigliere regionale del Pd, Mimmo Battaglia. Il consigliere regionale del Pd, Mimmo Battaglia.


che verranno inaugurate lunedì prossimo alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ridisegnano il volto di una sanità calabrese che sposa i bisogni reali della comunità e rispondono alla ‘mission’ che il presidente Oliverio ha affidato alla direzione strategica aziendale guidata con competenza da Frank Benedetto”.
E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Pd Domenico Battaglia che aggiunge: “In particolare, la nascita della cardiochirurgia colma la mancanza cronica sul territorio reggino di accesso ai servizi assistenziali e, in aggiunta alla cardiologia interventistica che da anni opera ad alti livelli,  a tutela della stessa vita delle persone, va a completare l’offerta sanitaria in riva allo Stretto, restituendo ai reggini- che tante volte hanno preso la valigia della speranza lottando contro il tempo - la tranquillità di poter risolvere direttamente in loco qualsiasi problema e qualsiasi complicanza”.
Continua Battaglia: “Certamente, la buona politica non poteva non operare questo tipo di scelta e dovrà continuare a seguire con piglio deciso e costruttivo il percorso finalizzato ad assicurare standard di qualità ed efficacia in tutte le branche che compongono l’assistenza sanitaria. Intanto, queste nuove cure e strutture che si collocano nell’ambito della rete ospedaliera del territorio reggino, rappresentano quella risposta che la collettività reggina ha per tanto tempo atteso e che sono anche argine all’emigrazione sanitaria divenuta nel tempo, sempre più, fenomeno negativo per le casse della Regione e soprattutto per gli stessi cittadini”.