Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 04 Agosto 2020

Cinzia Nava presidente della Commissione "Parità" del Consiglio: “Abbattere ogni barriera culturale e sociale”

E’ Cinzia Nava, commercialista cinquantenne, la nuova presidente della commissione Pari opportunità della Regione Calabria che sarà affiancata dalla vicepresidente Monica Falcomatà, 48 anni, avvocata. Il vertice dell’organismo regionale preposto a “l’uguaglianza dei diritti e delle pari opportunità fra uomo E’ Cinzia Nava, commercialista cinquantenne, la nuova presidente della commissione Pari opportunità della Regione Calabria che sarà affiancata dalla vicepresidente Monica Falcomatà, 48 anni, avvocata. Il vertice dell’organismo regionale preposto a “l’uguaglianza dei diritti e delle pari opportunità fra uomo e donna” è stato eletto oggi nell’Aula “Giuditta Levato” di Palazzo Campanella nel corso dell’insediamento ufficiale della Commissione alla presenza del presidente dell’Assemblea Nicola Irto.Cinzia Nava presidente CRPO
“Sono felice – ha affermato la presidente Nava – di poter mettere a disposizione la mia esperienza professionale e quella umana sui temi dei diritti e delle azioni positive per abbattere ogni tipo di barriera culturale e sociale, prima ancora che di genere.”
La seduta e la scelta di affidare la guida dell’organismo a Cinzia Nava sono state occasioni colte per sottolineare, nel breve dibattito svoltosi nella sede consiliare, che in Calabria ci sono pregiudizi e violenze, oltre alle tante altre discriminazioni che ostacolano l'effettiva partecipazione delle donne ai processi decisionali della politica e delle istituzioni.
La presidente Nava e la vicepresidente Falcomatà sono state elette significativamente con un pronunciamento unanime che ha lanciato anche un forte segnale di unità del mondo femminile aldilà delle logiche di appartenenza.
Ai lavori hanno partecipato tutte e tredici le componenti della Commissione Pari opportunità che resterà in carica per l’intera legislatura. Si tratta, oltre a Cinzia Nava e Monica Falcomatà, di Anna Briante, Irene Vittoria Calabrò, Elena Morano Cinque, Emira Ciodaro, Mihaela Cristescu, Franca Milazzo, Serenella Multari, Nicoletta Perrotti, Lucrezia Elisabetta Domenica Romeo, Silvana Salvaggio e Mariarita Stilo che erano state nominate venerdì scorso con decreto del presidente del Consiglio regionale Nicola Irto.
Nel corso della seduta hanno preso la parola anche Maria Stella Ciarletta, consigliera di parità della Regione (che ha salutato le componenti dell’organismo anche a nome della nuova Consigliera, Tonia Stumpo che si insedierà a giorni) e Giovanna Cusumano che ha guidato la Commissione Pari Opportunità nella scorsa legislatura.

Cinzia Nava: Nota biografica e dichiarazioni

La nuova presidente della Commissione regionale per le pari opportunità, Cinzia Nava, cinquantenne, laureata in Economia e Commercio, esercita la professione di commercialista e ha maturato un'esperienza decennale nell'ambito giuridico ed economico.
Vanta numerosi incarichi come revisore contabile di enti locali, curatore fallimentare e amministratore giudiziario, nonché estensore di business plan a sostegno delle imprese commerciali e artigiane. Cinzia Nava, tra l'altro, è consulente tecnico per il Tribunale di Reggio Calabria, revisore dei conti del "Patto Sociale" Terzo Settore e membro del comitato di Pari opportunità istituito presso l'Ordine professionale di competenza di Reggio Calabria. Nella sua carriera ha inoltre sviluppato competenze specifiche con riferimento alle problematiche della trasparenza amministrativa, della gestione del personale, del bilancio e dei controlli interni.
La neopresidente della Crpo è molto attiva nel campo dell'associazionismo e del volontariato.
Nell'intervenire in aula, Cinzia Nava ha detto, tra l’altro: “Sono molto allenata come donna ad abbattere ogni giorno le barriere fisiche che troppo spesso creano disuguaglianza nelle opportunità e nella giustizia sociale”. La Presidente ha aggiunto: “Siamo tutti disabili, ogni volta che ci vengono negati sogni, diritti e opportunità e che non abbiamo la possibilità di farli valere per quello che siamo e valiamo. Con questa mia nomina, anche la Calabria dimostra che è possibile superare ogni ostacolo anche per il riconoscimento, oltre le forme e le apparenze, del Consiglio regionale della Calabria, al cui presidente, Nicola Irto, rivolgo il mio ringraziamento. Se questa mia nomina serve anche simbolicamente a dimostrare tutto questo, allora ben vengano i simboli”.
Nel dirsi certa che si potrà “fare tesoro di quanto fatto con il lavoro delle passate commissioni”, Cinzia Nava ha auspicato la collaborazione “con istituzioni, associazioni, movimenti, gruppi e individualità, a prescindere dalle loro posizioni pregresse, con rinnovato spirito di collaborazione e visione”. Al termine del suo intervento, la Presidente ha annunciato l'adesione alla manifestazione contro la violenza sulle donne che si terrà il prossimo 21 ottobre dopo i fatti di Melito Porto Salvo. Un'iniziativa – ha detto che dovrà servire a promuovere un “impegno costante per le responsabilità da assumere in termini di educazione delle generazioni alle differenze, di tutela e assistenza in tema di violenza contro le donne, di analisi della reale condizione della questione femminile e giovanile in Calabria, come questione da affrontare per liberare ogni tipo di dipendenza e sottomissione dovuta al bisogno, alla fragilità umana, all'arretratezza culturale”.