Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 11 Luglio 2020

Il bergamotto "accende" le giornate cardiometaboliche

Le Giornate cardio-metaboliche, promosse da Enzo Amodeo, cardiologo presso l’Unità di cardiologia dei Riuniti e da Giovanni Perrone, responsabile del servizio di Diabetologia del Polo sanitario Reggio Calabria sud, accolgono tra i preziosi alleati dello star bene, il bergamotto. Dopo la giornata inaugurale- che ha offerto un quadro d’insieme e l’importanza di aprire sempre più al dialogo e l’approfondimento le varie discipline – i contribuiti della giornalista Rosanna Lambertucci e del professore Pietro Migliaccio, disegnano l’importante percorso della prevenzione e della riscoperta dei cibi poveri ed antichi, come il pesce azzurro, ma anche di agrumi preziosi, come appunto, l’oro verde, che rappresentano l’ultima ritrovata della scienza.
Con una nutrita partecipazione di medici di base, specialisti, infermieri professionali, il salone “Nicola Calipari” di Palazzo Campanella, accoglie la sesta edizione dell’importante assise che integra contenuti, idee, proposte e riflessioni. Con un valore aggiunto: il rapporto sempre più stretto tra alimentazione e salute, rispetto al quale il giornalismo deve porsi al servizio della corretta alimentazione. “Quello della salute, ancor di più degli altri, è un settore che va seguito con grande onestà. Serve una informazione libera, scevra da legami e da interessi con aziende varie, e serve una grande trasparenza nei comportamenti”: queste le parole della Lambertucci offerte al vasto auditorio. Ma non finisce qui. La presenza della giornalista televisiva che, con i suoi messaggi sull’importanza della qualità della vita e dello star bene è entrata in tutte le case italiane, è una opportunità da non perdere. A lei, gli organizzatori Amodeo e Perrore, ma anche l’avvocato Ezio Pizzi, presidente del Consorzio del bergamotto, rivolgono questa richiesta speciale: “Le chiediamo di aiutarci nel valorizzare le risorse identitarie del nostro territorio quale parte integrante della prevenzione, intesa come un corretto stile di vita e del mangiare bene. Crescono , infatti, le possibilità che vengono dalla nostra terra che si dimostra sempre più generosa, consegnandoci alimenti che possono rappresentare la prima medicina per non ammalarsi”, rilanciano, con riferimento in particolare al bergamotto ed alle sue sostanze naturali che abbassano il colesterolo e prevengono i danni, migliorando le aspettative di vita dei soggetti con patologie cardiometaboliche. Altra finestra: la dieta mediterranea, realtà mitica anche per la terza e quarta età. Mentre il riconoscimento da parte dell’Unesco quale patrimonio dell’Umanità è traguardo ormai in dirittura d’arrivo, la piramide dello star base, alla base della dieta inventata dall’americano keys nel suo viaggio in Italia, non può passare inosservata. Ne parla con dovizia di particolari e di curiosità, accompagnandoci in un viaggio che sa tanto di passato tra colori, sapori, gusti e l’intramontabile pasta e fagioli, il professore Migliaccio, ricordandoci che il nostro organismo è un sistema dinamico, fatto di entrate ed uscite, e soprattutto di quella componente fondamentale che è il metabolismo basale, che è un po’ il nostro dna.