Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Un "patto" Legambiente Riserva Valli Cupe. Parte "la carovana della bellezza"

La campagna dell’edizione 2017 di “Puliamo il mondo” si è contraddistinta da un evento regionale che ha visto domenica 24 la firma di una convenzione tra Legambiente, Comune di Sersale e Riserva Valli Cupe. La convenzione (composta da 10 articoli)  La campagna dell’edizione 2017 di “Puliamo il mondo” si è contraddistinta da un evento regionale che ha visto domenica 24 la firma di una convenzione tra Legambiente, Comune di Sersale e Riserva Valli Cupe. La convenzione (composta da 10 articoli)  ha come obiettivo principale la promozione della Green Community. convenzione legambiente riserva 2 Sono intervenuti Francesco Falcone, presidente Legambiente Calabria, Antonio Nicoletti, responsabile nazionale Aree protette di Legambiente (la convenzione è stata siglata anche dalla presidente nazionale dell’associazione Rossella Muroni), Giuseppe Bombino, presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte e coordinatore Federparchi-Calabria, Salvatore Torchia, sindaco di Sersale,  Carmine Lupia, direttore della Riserva “Valli Cupe” e Rossella Capellupo, presidente della cooperativa “Segreti Mediterranei”. Ha preso parte all’evento anche il dirigente settore Parchi e aree protettedella Regione Calabria Giovanni Aramini che, nel suo intervento, ha annunciato le prossime iniziative dell’Assessorato regionale  per valorizzare il sistema delle aree protette, le quali - ha detto “non vanno considerate isolatamente, ognuna con le proprie peculiarità, ma appunto come un sistema che deve poter intercettare, valorizzando efficacemente i beni ambientali, i flussi turistici e dunque consentire sviluppo e rilancio economico”. Nel corso dell’incontro, Legambiente - che sostiene da anni l’esperienza naturalistica Valli Cupe -, e la Riserva, hanno illustrato anche altre due iniziative che, come specificato da Falcone e Nicoletti,  ricoprono “un’enorme importanza per una serie di ragioni legate all’ambiente al bisogno della Calabria di percorrere nuove vie per uscire dall’emarginazione dal sottosviluppo”.convenzione legamb-riserva Iniziative che, ad avviso del sindaco Torchia e del direttore Lupia “vogliono essere la dimostrazione plastica di come sia possibile mettere in rete un’esperienza locale di successo con la Calabria migliore che valorizzando i beni ambientali vuole fare crescita e sviluppo”. Una volta costituito il comitato tecnico-scientifico della Riserva coordinato da Anna Gastel, presidente di MiTo( il festival di musica classica più importante del Paese realizzato dalle città di Milano e Torino), partirà a breve, infatti, la campagna “Carovana delle bellezze” finalizzata a realizzare un viaggio a tappe per scoprire, dare visibilità e raccontare le straordinarie ricchezze naturalistiche dei quattro Parchi e delle Riserve della Calabria. Un viaggio che culminerà con la prima edizione di “Festambiente Calabria” da tenersi a settembre 2018 nella Riserva Valli Cupe e che sarà arricchita da parole, suoni e spettacoli tesi a focalizzare i pregi e i punti di forza delle aree protette regionali, comparandoli, attraverso la partecipazione di esperti ed esponenti del mondo associazionistico e accademico, con le luci e le ombre delle altre realtà italiane. L’iniziativa “Festambiente Calabria”, che chiederà l’adesione della Regione, dell’Ordine dei Giornalisti e delle facoltà universitarie calabresi interessate ai temi specifici, include un corso Euro mediterraneo (con appositi laboratori e workshop) di giornalismo ambientale aperto a giornalisti professionisti e pubblicisti e a laureati o diplomati interessati a conoscenze di base e tecniche dell’informazione ambientale e della comunicazione pubblica.