Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 23 Ottobre 2020

Cinemalab: dalla parte di Erri De Luca

Una manifestazione indetta da Cinemalab in favore dello scrittore Erri De Luca. Accusato di “istigazione a delinquere” per aver incitato al sabotaggio del cantiere della Tav in val di Susa, Erri De Luca in questi giorni è in tribunale a rispondere agli inquirenti.

Lo scrittore Erri De Luca Lo scrittore Erri De Luca


L'udienza preliminare è stata aggiornata al 9 giugno. A chiedere il processo per lo scrittore sono stati i pm Andrea Padalino ed Antonio Rinaudo. A favore dello scrittore hanno firmato un appello personaggi come Fiorella Mannoia, il meteorologo Luca Mercalli, ed il padre comboniano Alex Martelli. Su Facebook sono stati annunciati eventi e letture pubbliche in numerose località italiane e anche all'estero. La pagina reca il titolo "Io sto con Erri De Luca. Esprimiamo la nostra solidarietà allo scrittore" e conta oltre diecimila partecipanti .
Davanti a Palazzo di Giustizia, in occasione dell'udienza preliminare del procedimento giudiziario a carico dello scrittore, l'avvocato Gianluca Vitale ha spiegato le ragioni di De Luca, assente all'udienza: "La sua non è una fuga, parteciperà alla prossima udienza e in seguito, in caso di condanna, non farà appello. Questo non è un processo a un uomo, ma alle parole di un intellettuale e poeta, che non si possono mettere in manette”.libri di Erri De Luca De Luca, in altra occasione, aveva asserito di “essere onorato per essere stato accusato di un reato di opinione".
L'intento della manifestazione che si è svolta nel centro commerciale Bolano di Reggio Calabria è stato proprio quello di tutelare la libertà di pensiero e di parola che non possono essere criminalizzati. Sono intervenuti durante il convegno, condiviso anche dal regista Luigi Parisi e moderato dalla giornalista Emanuela Martino, Cecilia Maesano Monorchio, ideatrice di Cinemalab, e Luigi Boccia, direttore artistico, nonché Antonella Postorino, architetto, docente, ricercatrice e conduttrice radiofonica della rubrica "Istruzioni per l'uso" all'interno del programma "Voices" di Radio Touring; al tavolo presenti anche la professoressa Viviana De Blasio, Paolo Vilasi del teatro Athena, ed il legale di Cinemalab Francesca Toscano. "Noi non ci troviamo qui per discutere dell'opportunità di realizzare o meno la Tav e non entriamo nel merito delle scelte della costruzione dell'infrastruttura" ha asserito Maesano Monorchio "ma intendiamo essere vicini allo scrittore, che è anche docente al corso di cinema che stiamo svolgendo in un liceo cittadino, e più in generale affermare con forza e necessità che nel nostro Paese ciascuno sia libero di esprimere le proprie idee."

Lo sceneggiatore e direttore artistico di Cinemalab Luigi Boccia. Lo sceneggiatore e direttore artistico di Cinemalab Luigi Boccia.


La manifestazione si è conclusa con il reading di alcuni passi dei libri di Erri De Luca, il più significativo dei quali è stato ad opera di Fabrizio Barbuto, allievo di Cinemalab. A fine evento, Boccia ha asserito: “Mi ha fatto piacere che anche Reggio Calabria abbia risposto a quest'importante iniziativa sul territorio .La libertà di pensiero è sacrosanta. Non è il singolo caso di Erri De Luca a colpire, ma il fatto che per la prima volta viene criminalizzata la libertà di pensiero e di parola, e questo non deve e non può accadere, perché se avviene ciò per il futuro si rischia di criminalizzare il pensiero di una nazione intera.
Enrico De Luca detto Erri nel 2009 è stato definito "lo scrittore del decennio" secondo il giudizio espresso da Giorgio De Rienzo, critico letterario del "Corriere della Sera".