Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 15 Agosto 2020

La Regione dà una mano a Reggio

“Reggio al centro della Calabria, la Calabria al centro del Mediterraneo”, è con questa frase che gli esponenti reggini della maggioranza alla Regione Calabria hanno comunicato in conferenza stampa la messa in campo di uno stanziamento di quasi 10 milioni “Reggio al centro della Calabria, la Calabria al centro del Mediterraneo”, è con questa frase che gli esponenti reggini della maggioranza alla Regione Calabria hanno comunicato in conferenza stampa la messa in campo di uno stanziamento di quasi 10 milioni di euro da parte dell’ente, destinati al comune di Reggio Calabria, che serviranno a sostenere e far proseguire le attività di alcuni settori in crisi come i servizi sociali, i trasporti, l’ambiente e le infrastrutture.
“Negli ultimi tre mesi - ha spiegato il vice presidente del consiglio regionale Alessandro Nicolò - la Regione ha erogato fondi per 7 milioni di euro, per risanare la situazione dei comparti più in difficoltà”.
Circa 3 milioni sono stati messi a disposizione per pagare due mensilità arretrate dei lavoratori dell’Atam, che come sottolinea l’assessore ai Trasporti e Infrastrutture Luigi Fedele, non erano stati stanziati a causa del Patto di Stabilità, dove vigevano dei limiti ben precisi da non sforare, però aggiunge che la Regione, ha già fatto ricorso ad una anticipazione da parte delle banche, per poter pagare le mensilità di ottobre e novembre.
L’assessore alle Attività Produttive Antonio Caridi, ha dichiarato che grazie all’intervento del Governatore, è stato attuato un piano di riqualificazione della città dopo l’emergenza rifiuti, ed ha sottolineato che il ruolo della Regione, in questa vicenda, è quello di affiancare e supportare il Comune per il bene del territorio e dei cittadini.
Per Giovanni Nucera, l’aiuto è molto importante in questo momento, soprattutto per le categorie più deboli, visto che ancora da parte del Governo centrale non sono arrivati gli aiuti promessi all’indomani dello scioglimento dell’amministrazione da parte del Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri.
Per Giovanni Bilardi, capogruppo Lista Scopelliti Presidente, il lavoro svolto dalla Regione in aiuto ad una città in difficoltà è stato reso grazie a dei veri e propri salti mortali da parte degli amministratori, che voteranno giorno 20 il bilancio regionale, e che comunque gli aiuti stanziati per Reggio sarebbero stati altrettanto indirizzati a qualsiasi altra città della Calabria se ci fosse stato il bisogno.
Candeloro Imbalzano, presidente della Commisione Bilancio, ha enunciato altri interventi a carattere comunitario in materia di infrastrutture, che la Regione ha schierato per risanare situazione e scongiurare il dissesto, ed ha anche sottolineato che ancora lo spettro del fallimento non è del tutto eliminato, ma che  comunque si reputa ottimista su un piano di rientro credibile, per superare questo grave e difficile momento.
Alberto Sarra, sottosegretario alla presidenza della giunta regionale, ha concluso la conferenza stampa dichiarando che supportare la città in questo momento, stando accanto ai commissari, è il modo più efficace per superare la crisi, e generare un trampolino di lancio che aiuti non solo la città di Reggio, ma che si rifletta su tutta la Calabria.