Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 06 Agosto 2020

La settimana del Dottore Morgante

Questo libro racconta, a più livelli, il tema della vecchiaia e della malattia nella società attuale. Vecchi, malati terminali e disabili vivono più a lungo e necessitano di cure e assistenza continue, con spese altissime per la sanità e difficoltà Questo libro racconta, a più livelli, il tema della vecchiaia e della malattia nella società attuale. Vecchi, malati terminali e disabili vivono più a lungo e necessitano di cure e assistenza continue, con spese altissime per la sanità e difficoltà per le famiglie. Come rispondere alle domande che il finis vitae porta con sé? Con ironia, un tocco di surreale e una lieve malinconia, ne La settimana del Dottore Morgante, pubblicato da Città del Sole Edizioni, il sociologo reggino Tonino Perna tratteggia un disegno efficace e penetrante di una situazione che viviamo e che il nostro tempo non sembra preparato a gestire. Storie di anziani con badanti, angeli custodi che si aggirano nelle nostre case e di cui misconosciamo le storie, i drammi, le solitudini vissute nell’ombra. Anziani che lottano per sopravvivere ad un sistema sanitario che li vede ormai come un costo insopportabile. A Tano Morgante, medico geriatra, l’ingrato compito di tagliare le spese, e quindi le prestazioni sanitarie ed assistenziali, ma anche di far sottoscrivere il testamento biologico e la soft-death. Un Don Chisciotte solitario e buffo che si trascina stanco tra le vie roventi di un’estate senza requie, che non può salvare tutti, ma solo posticipare o mitigare gli effetti di scelte scellerate ed egoiste di una burocrazia cieca e disumana. In questo mondo sommerso di cui nessuno più si occupa, il dottoreMorgante, come un minatore, cerca il senso profondo della vita quando è ormai sull’orlo dell’abisso.