Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 19 Ottobre 2020

Marziale: “Girerò ogni angolo della Calabria a difesa dei diritti dei minori”

“La nostra è stata una scelta esclusivamente di merito, al di fuori di ogni appartenenza politica, al servizio dei calabresi. Con Antonio Marziale, si è voluto riconoscere una delle figure più autorevoli del settore che, con la sua esperienza e “La nostra è stata una scelta esclusivamente di merito, al di fuori di ogni appartenenza politica, al servizio dei calabresi. Con Antonio Marziale, si è voluto riconoscere una delle figure più autorevoli del settore che, con la sua esperienza e sensibilità affinate in tanti anni di impegno, darà sicuramente un impulso ad un settore delicato e strategico”.irto- marziale3 Così, il presidente del Consiglio Nicola Irto ha aperto, nell’aula Levato di Palazzo Campanella, la conferenza stampa di presentazione del nuovo Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, esprimendo un obiettivo-speranza: “Ci aspettiamo un Garante dinamico e proiettato sul territorio, che giri per la Calabria a coglierne i tanti bisogni ed individui misure concrete che possiamo adottare insieme per soddisfarli al meglio”, ha detto Irto. Presente all’incontro con i giornalisti, il vicepresidente Francesco D’Agostino che ha voluto sottolineare “il particolare valore della nomina del sociologo Antonio Marziale e rimarcare il livello assai alto che caratterizza la decisione del presidente Nicola Irto, quindi anche del presidente Oliverio e all’intera maggioranza che l’hanno condivisa e sostenuta.

antonio marziale nicola irto Il Garante per l’infanzia e l’adolescenza Antonio Marziale e il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto


“Personalmente – ha detto ancora D’Agostino-, sono particolarmente orgoglioso per il fatto che un figlio della nostra realtà, originario della Piana di Gioia Tauro, di cui è riconosciuto il valore a livello nazionale, abbia accettato di farsi carico di un’esperienza così delicata e importante per il futuro della nostra terra. Ora si deve aprire una nuova fase di collaborazione tra il Garante e il Consiglio, che veda tutti impegnati in un’azione sinergica e senza barriere”.
Antonio Marziale, nel suo intervento, ha ringraziato il presidente Irto per l’incarico ricevuto ed il vicepresidente D’Agostino, mantenendo il suo spirito di sempre: concreto e diretto. “Da me – ha ammesso– non aspettatevi proclami o protocolli. E’ mia intenzione, invece, verificare di persona ogni emergenza che si evidenzi sul territorio, andando anche dove non vengo chiamato, perché il compito del Garante è anche questo. Lavorerò molto con le famiglie e con la Chiesa che restano tasselli di tutela privilegiata delle tante sacche di bisogni e, come mia abitudine, intendo rispondere con i fatti alla fiducia che mi è stata data e pertanto, alla fine dei mandato, darò conto dei risultati”, ha concluso Marziale, annunciando la sua prima visita ufficiale, nel pomeriggio, ai detenuti del carcere di Catanzaro.