Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Domenica, 29 Novembre 2020

Masterclass di canto ed interpretazione con Manuel Bianco

"Ama e cambia il mondo", questo il messaggio universale che riecheggia da un anno in tutte le grandi platee italiane, come l'Arena di Verona, imponendosi come un mantra che richiama alla pace ed all'aggregazione sociale.

Locandina dello stage di canto ed interpretazione diretto da Manuel Bianco Locandina dello stage di canto ed interpretazione diretto da Manuel Bianco


Un messaggio che è anche il titolo di un brano inserito nel musical Romeo e Giulietta, cantato da Manuel Bianco, voce straordinaria, grande interprete e performer nel ruolo di Tebaldo e Mercurio. L'artista, che fa parte della compagnia "Aspettando Broadway" di Bologna, nei giorni scorsi è stato proprio in Calabria, a Laureana di Borrello, dove ha diretto uno stage di canto ed interpretazione, assieme alla sua manager, Loretta Foresti. A curare l’organizzazione dell’evento è stata l'associazione “InCanto”, nelle persone di Giovanna e Chiara Marino.
Obiettivo dello stage, la formazione dei ragazzi, sia sotto il profilo canoro che dell'interpretazione. La masterclass prevede anche una selezione di quattro voci che aderiranno ad un'esibizione promossa dalla stessa compagnia "Aspettando Broadway".
A colloquio con Chiara Marino, Manuel Bianco e Loretta Foresti che hanno gentilmente concesso un'intervista per Calabria on web, a margine della conferenza stampa.

Giovanna Marino, come si sente dopo l'organizzazione di questa masterclass e quali sono gli obiettivi che si pone questo stage?

Sicuramente, un primo grande obiettivo è quello di scoprire delle voci da selezionare per un progetto. Necessario anche un lavoro di fondo per valutare se l’inclinazione al canto sia mera passione o piuttosto, vocazione professionale.
La capacità espressiva trova modo di esplicarsi al meglio nel musical, genere dove si consuma una perfetta fusione tra diverse forme d'arte quali la musica e la recitazione.

A Manuel Bianco, grandissima voce del panorama della musica italiana chiediamo: lei pensa che in Italia esista la possibilità nonché la struttura idonea per creare nuovi talenti canori anche attraverso questi stage?

Ragazzi partecipanti allo stage di canto ed interpretazione. L'artista Manuel Bianco.


Io credo assolutamente di sì. Penso che le possibilità esistano concretamente. In Italia abbiamo grandi talenti. Tuttavia, occorre distinguere le possibilità in base al livello che si intende raggiungere. Certe vette sono molto difficili da guadagnare, sia per l'alta competizione artistica che per altre motivazioni. Ma se si vuole fare questo mestiere senza voler a tutti costi diventare famosi, le opportunità indubbiamente ci sono. E oltre al talento, come in ogni campo della vita, anche un pizzico di fortuna non guasta! Ma soprattutto serve tantissimo sacrificio: studio, provini ed esperienze.

“Ama e cambia il mondo” è un messaggio di amore universale e fratellanza per tutti i popoli?

Ritengo che attraverso l'amore davvero si possa cambiare il mondo. E non parlo solo dell’amore tra uomo e donna, ma anche dell'amore per il proprio lavoro, per le proprie passioni. Non è facile; anzi, proprio nelle difficoltà si vede l'amore che si ha per ciò che si fa.

Signora Foresti, come si è trovata in Calabria, e quante difficoltà ha trovato nell'organizzazione dell'evento?

Non ho riscontrato nessuna difficoltà, poiché ho conosciuto persone di spessore come Giovanna Marino e le sue collaboratrici; abbiamo avuto la fortuna di incontrare un'associazione molto disponibile come la nostra a Bologna, e con tanta voglia di fare. E, come accade sempre quando si incontrano persone di valore, tutto non può che andare per il verso giusto. Abbiamo avuto un buon gruppo ed abbiamo lavorato molto bene. In più, abbiamo avuto modo di apprezzare la Calabria, il suo clima, il suo mare e le sue prelibatezze. Sarà bello tornare a Bologna portando con noi una costola di questo evento.

Ragazzi partecipanti allo stage di canto ed interpretazione. Ragazzi partecipanti allo stage di canto ed interpretazione.


Porterete con voi i ragazzi che hanno seguito questo stage? Quali le prospettive per questi quattro candidati?

Noi sceglieremo quattro voci che riterremo pronte a salire sul palco. Assieme alle sorelle Marino ci stiamo organizzando per preparare alcuni spettacoli di "Aspettando Broadway" al Sud, dove sia geograficamente possibile. In occasione di un nostro spettacolo, questi ragazzi saranno ospiti d'onore ed avranno uno spazio riservato. Non è detto che qualcuno di loro non possa già essere all'interno della nostra compagnia!. Chissà cosa riserverà il futuro...