Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 13 Luglio 2020

I Edizione “Woman at work – Creatività femminile in mostra”

L’Associazine Theodora si prepara alla mostra-evento che metterà in evidenza la creatività delle donne calabresi. “Woman at work – Creatività femminile in mostra” è, infatti, il nome dell’evento che si terrà a Lamezia Terme presso palazzo Nicotera dal 20 al L’Associazine Theodora si prepara alla mostra-evento che metterà in evidenza la creatività delle donne calabresi. “Woman at work – Creatività femminile in mostra” è, infatti, il nome dell’evento che si terrà a Lamezia Terme presso palazzo Nicotera dal 20 al 22 dicembre 2013.
Ideata e organizzata dall’Associazione Theodora e patrocinata dal Comune di Lamezia Terme, dalla Provincia di Catanzaro, dalla Regione Calabria e dalle associazioni Donne Medico e Soroptimist, la mostra-evento “Woman at work” si propone di valorizzare e festeggiare la creatività femminile in tutte le sue forme, dall’arte figurativa alla musica, dall’artigianato di qualità alla letteratura al fine di far conoscere i talenti femminili e creare un circolo virtuoso di trasmissione di conoscenze e la messa in rete di esse, cercando di far emergere talenti femminili sempre più numerosi e importanti. Fanno parte dell’associazione donne accomunate dalla forte personalità di Theodora, nome dell’imperatrice bizantina moglie di Giustiniano e donna discussa perché di carattere forte e di umili origini, ma che con la sua intelligenza,  intraprendenza e bellezza conquista l'imperatore e diventa regina.
Nella giornata di oggi, a partire dalle 18,00 verrà dato inizio alla prima edizione di Woman at work – Creatività femminile in mostra” e avrà come tema artistico-letterario “Il Gattopardo”, un omaggio al  famoso romanzo di Tomasi di Lampedusa. “Pur in un contesto storico diverso, si colgono similitudini con la nostra attualità”, afferma Manuelita Iacopetta, presidente dell’Associazione Theodora, ma il tema scelto vuole essere anche un omaggio all’omonimo capolavoro di Visconti che quest’anno compie cinquant’anni. L’attenzione del tema si sofferma anche sulla donna e non solo per la bellezza del mondo circostante manifestato da essa in quel tempo e ancora nell’attualità. Dalle varie figure femminili emana una fragilità che diventa forza delle donne e che ancora oggi la donna sente come monito a fare, a creare, a sognare un mondo migliore.
L’ambientazione della mostra, dunque, si ispira al Gattopardo e prevede, nelle sontuose sale di Palazzo Nicotera di Lamezia Terme, l’allestimento del Salone delle feste, che ospiterà le opere delle donne che operano nel campo della moda e del costume, del Salotto letterario, che vedrà gli incontri tra le donne creative nel campo letterario, la Stanza da lavoro, che ospiterà donne creative nel campo dell’arte e dell’artigianato di qualità.

Manuelita Iacopetta durante la presentazione delle sue creazioni


“Woman at work” sarà una vera e propria festa a cui le visitatrici e i visitatori potranno partecipare per tre giorni consecutivi: l’inaugurazione vedrà il salone di palazzo Nicotera splendidamente addobbato, una bellissima Angelica che con Tancredi ballerà sulle note del famoso valzer, musica d’arpa e violini, un elegante buffet ottocentesco e altre sorprese.
Nel giorno successivo si svolgerà il Salotto letterario alla presenza della professoressa Michela Cimmino, della blogger Ippolita Luzzo, dell’editrice di InCalabria. Ospite d’onore della serata la poetessa Pina Maione. La terza serata prevede un piccolo fashion-show con tre giovani modelle che indosseranno gli abiti dell’atelier di Nancy Casamento e le creazioni in pizzo-gioiello di Manuelita Iacopetta. Per tutti e tre i giorni della manifestazione saranno presenti tutte le creative con i loro meravigliosi lavori d’arte e artigianato.
“Woman at work” rappresenta sicuramente una novità nel campo degli eventi locali: “Woman at work è più di una mostra”, spiega Manuelita Iacopetta, presidente dell’Associazione Theodora, “più che una manifestazione è una serie di performance femminili, spettacoli dentro spettacoli uniti da un filo conduttore che è la creatività. Il tema del Gattopardo è quasi un pretesto per dispiegare le potenzialità e anche le professionalità delle donne calabresi e lametine in particolare.

Creazioni di Manuelita Iacopetta


“Mi piace sottolineare- aggiunge il presidente Iacopetta- il fatto che il progetto nasce dall’Associazione Theodora, costituita da una rete di relazioni femminili già consolidate e che l’idea di organizzare l’evento, inizialmente mia e dell’editrice Annamaria Persico, è stata poi accolta con entusiasmo da tante altre fino ad arrivare alle ventitré partecipanti. Abbiamo riunito per l’occasione tanti talenti: dall’undicenne ballerina classica alla giovane fotografa, dalle pittrici all’artigiana del macramè, dalla cake designer alla blogger, all’arpista e tante altre ancora”.
Questo evento è il primo che l'associazione promuove. Nell'aprile scorso Manuelita Iacopetta ha presentato le sue creazioni in una mostra individuale durata tre giorni presso il chiostro di San Domenico a Lamezia Terme. L'evento aveva il nome "Fascino bizantino" e il simbolo era la riproduzione del diadema di Theodora, una raffinata esposizione di collane, orecchini, diademi, espressioni con cui la Iacopetta ha voluto richiamare i sussulti e gli sfarzi del periodo Bizantino come cula di tradizione storico e culturale della Calabria, evocando i sospiri e i capricci estetici dell’imperatrice Teodora, amante di gioie e gioielli.
L’evento di questi giorni vuole essere il primo di una lunga serie di manifestazioni e di iniziative in quanto Manuelita Iacopetta conta nelle prossime edizioni di tessere una rete sempre più importante di arte e bellezza tutta al femminile. La Iacopetta è profondamente convinta che le iniziative come questa siano efficaci per accrescere le pari opportunità, ma prima ancora che esse servano a promuovere l'autostima nelle donne e a fare rete. Inoltre essere creative presuppone qualità come sensibilità, fantasia, culto della bellezza. Infine sottolinea Manuela Iacopetta: “lavorare insieme, ognuna con le proprie competenze aiuta a essere solidali: non c'è spazio per protagonismi e prime donne!”