Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 28 Settembre 2020

Testimoni di solidarietà. A Locri l’esperienza di “Nuova Evangelizzazione”

Lasolidarietà come testimonianza profetica dove fiorisce il bene, l'umanità migliora ed il progresso illumina il futuro. Tra le diverse realtà incontrate che si dedicano attivamente alla dimensione della carità fattiva è sicuramente da premiare l'impegno dell'associazione "Nuova Evangelizzazione Onlus” nata Lasolidarietà come testimonianza profetica dove fiorisce il bene, l'umanità migliora ed il progresso illumina il futuro. Tra le diverse realtà incontrate che si dedicano attivamente alla dimensione della carità fattiva è sicuramente da premiare l'impegno dell'associazione "Nuova Evangelizzazione Onlus” nata nel 1998 con sede a Locri, creata da un gruppo di laici guidati da Don Giuseppe Giovinazzo.
Aiutare la vita in tutti i suoi aspetti anche quelli meno belli, è il motto ufficiale dell' associazione, lo afferma con determinazione don Giuseppe: "La voce per chi non ha voce è la risposta  per chi non osa chiedere".
Molte sono le risposte concrete nel corso degli anni  ed interessante è l'attenzione di questa associazione alle diverse problematiche esistenziali del singolo e della comunità.
Gli esempi da non dimenticare sono tanti, ricorda Don Giuseppe. e l'impegno tra volontari e responsabili è costante; dalle famiglie in difficoltà  economica, agli anziani lasciati alla loro solitudine, l'accoglienza per gli extra comunitari con particolare attenzione ai minori non accompagnati, il reinserimento nella quotidianità e nel lavoro degli ex detenuti  “abbiamo anche collaborato con la giustizia ospitando in comunità detenuti affinché scontassero una pena alternativa”,  ed ancora, assistenza e supporto psicologico alle ragazze madri, “abbiamo seguito nella nostra struttura queste giovani donne, riuscendo a far portare avanti le gravidanze sia di straniere che di nostre figlie italiane, la soddisfazione è grande, quando nasce un bimbo è una gioia per tutti”  è quanto con tenerezza afferma don  Giuseppe. Le famiglie alle quali "Nuova Evangelizzazione" si dedica, sono oltre 210 ed i progetti di solidarietà si sono spinti aldilà della provincia di Reggio, infatti, hanno partecipato a  diverse iniziative di sostegno per i terremotati del Molise di comune intento con le istituzioni e le scuole della Locride, condividendo il disagio della "tendopoli"; sono stati promotori di uno sportello informativo e di supporto presso il presidio ospedaliero di Locri; e nel 2005 insieme con Arcipesca hanno raccolto dei fondi utili per la tragedia dello tzunami avvenuta nel sud est Asiatico. Tra le molteplici attività, anche quella di comunicare la cultura della vita con convegni, conferenze, incontri che danno modo di approfondire temi importanti anche attraverso uno scambio con testimoni palpabili; "Emozione grande  durante la marcia della Pace e della Solidarietà con la partecipazione di più di 500 bambini e  con la presenza di Claudia Koll che ha raccontato la sua esperienza in Africa". Tra le iniziative di valore culturale, la promozione delle tradizioni della cucina calabrese, difatti è stato creato un laboratorio stagionale che realizza prodotti tipici dal sapore mediterraneo.
Ma don Giuseppe e gli amici volontari, sono molto fieri del premio che ha avuto l'incipit nel 2012 intitolato "Araldo del Sorriso, Testimone di Carità" che è pronto  per la seconda edizione ed avrà tra gli altri come illustri ospiti (come ci ricorda don Giuseppe ) oltre alla sottoscritta, Chiara Almirante grande personalità del mondo missionario. “Abbiamo avuto l'onore di premiare lo scorso anno nella prima edizione, don Pierino Gelmini  immensa figura che ha speso la sua vita per gli altri e Sua Ecc. Mons Giovanni D'Ercole altro riferimento importante. L'associazione “Nuova Evangelizzazione” si autofinanzia -continua don Giuseppe- ed ogni contributo è ben accetto sia dalla gente che dalle istituzioni, quest’ultime  spesso assenti tranne qualche rara eccezione che ha la nostra stima e riconoscenza, dobbiamo far fronte ogni giorno alle varie esigenze, tra queste le spese vive della comunità. L' appello che vorrei lanciare è quello di non avere timore del periodo di crisi dove  la solidarietà potrebbe essere messa da parte, è proprio in questi momenti difficili che la società civile, deve aiutarsi". L'associazione s'ispira chiaramente ai valori cristiani ed è motivata da una forte spiritualità ed ispirazione alla Divina Misericordia, aperta al dialogo con le differenti culture del mondo. La strada del bene non è mai priva di difficoltà da percorrere, ma gli obbiettivi raggiunti, ripagano ampiamente gli ostacoli affrontati, per essere fedeli alla parola di Gesù.
Chiunque volesse collaborare e contribuire alle attività dell'associazione può inviare un email a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Prossimo appuntamento ad aprile  con la Festa della Divina Misericordia. Tutta la comunità unita dal sorriso all 'insegna della solidarietà. Non mancate!