Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 24 Ottobre 2020

Area dello Stretto. D'Agostino: "Ottimo passo avanti"

A margine della seduta di insediamento della Conferenza permanente interregionale per il Coordinamento delle politiche nell’Area dello Stretto, quale componente dell’organismo, il vicepresidente del Consiglio regionale Francesco D’Agostino ha espresso “soddisfazione per il nuovo passo in avanti compiuto dalle Regioni A margine della seduta di insediamento della Conferenza permanente interregionale per il Coordinamento delle politiche nell’Area dello Stretto, quale componente dell’organismo, il vicepresidente del Consiglio regionale Francesco D’Agostino ha espresso “soddisfazione per il nuovo passo in avanti compiuto dalle Regioni Calabria e Sicilia nel percorso di collaborazione finalizzato allo sviluppo coordinato delle aree metropolitane di Reggio Calabria e Messina”.Francesco d_agostino
“Anzitutto – ha affermato D’Agostino – va sottolineato l’importante lavoro svolto dal presidente Domenico Battaglia per la realizzazione di questo progetto ambizioso e, oserei dire, storico. Un plauso anche al consigliere Tonino Scalzo, al presidente Nicola Irto e al presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, per la sensibilità e il senso di collaborazione dimostrati. La giornata di oggi dimostra, senza tema di smentita, che laddove sussiste la volontà di cooperare per la crescita dei territori, nessuna barriera resiste”.
“Da qui in poi – ha proseguito il vicepresidente del Consiglio regionale – la Conferenza avrà il compito di stimolare politiche specifiche per lo sviluppo dell’area, programmando azioni votate alla conurbazione delle due sponde dello Stretto. Senza dimenticare i temi relativi alla mobilità, ai trasporti, alla cultura e al diritto allo studio e, in modo particolare, alle portualità strategiche che insistono nella nuova Autorità di Gioia Tauro. Sono sicuro – ha concluso D’Agostino  – che sapremo, insieme ai colleghi siciliani, dare contenuti a questo nuovo percorso virtuoso”.