Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 01 Dicembre 2020

Pino Gentile: "Pensare alla costruzione del nuovo ospedale di Cosenza"

" Apprendiamo con soddisfazione che la giunta regionale ha approntato il primo decreto per l'assunzione di cento professionisti sanitari dell'emergenza, cui ne dovranno seguire altri. GENTILE GiuseppeNon vogliamo primogeniture, ma solo ricordare che questa è una battaglia vinta a novembre con lo sblocco del turnover operato dal ministro Lorenzin. Il ministro è stato di parola accogliendo le nostre numerose sollecitazioni. Aspettiamo che venga risolta la vicenda della nomina del nuovo commissario straordinario per il piano di rientro e auspichiamo che entro 12 mesi la Calabria possa tornare a regime ordinario. Non è pensabile affrontare queste situazioni solo con l'approccio ragioneristico. Crediamo sia fondamentale discutere con la Giunta per realizzare il nuovo ospedale di Cosenza.
Due sono le opzioni: il restyling dell'esistente, sulla scorta della ottimizzazione degli spazi, dell'abbattimento di strutture fatiscenti con l'installazione di blocchi efficienti come il nuovo Dea o la costruzione in un nuovo sito che dovrà essere comunque allocato in città.
Il nuovo ospedale dovrà necessariamente interloquire con l'Unical e l'Unicz e potrebbe anche svolgere funzioni di partnerariato considerando che a Cosenza si può tranquillamente effettuare il primo biennio di ciclo di studi per medicina. È tempo delle grandi scelte che potranno essere operate con l'utilizzo dei fondi comunitari. Immaginiamo un Ospedale dotato di tutte le tecnologie informatiche e riempito di grandi contenuti che esaltino la tradizione medica cosentina. Ovviamente offriamo la nostra massima collaborazione alla Giunta regionale al fine di poter procedere con queste necessarie innovazioni"