Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 25 Novembre 2020

Nicolò:” Lavori autostradali velocizzati. Si ascoltino le esigenze della popolazione di Campo Calabro”

“L’apertura al traffico di un nuovo tratto di carreggiata del quinto macrolotto e dello svincolo di Rosarno simboleggiano, in quest’ultima fase,  lo straordinario sforzo dell’Anas sensibilizzata, fortemente, dalla Regione per accorciare quanto più possibile i tempi di consegna delle opere “L’apertura al traffico di un nuovo tratto di carreggiata del quinto macrolotto e dello svincolo di Rosarno simboleggiano, in quest’ultima fase,  lo straordinario sforzo dell’Anas sensibilizzata, fortemente, dalla Regione per accorciare quanto più possibile i tempi di consegna delle opere di ammodernamento della Salerno-Reggio Calabria”.
E’ quanto dichiara in una nota il Vicepresidente del Consiglio regionale Alessandro Nicolò.
“Dopo l’audizione del mese scorso in quarta  Commissione consiliare del presidente Pietro Ciucci, l’Anas, grazie alla forte interlocuzione istituzionale posta in essere dal presidente Giuseppe Scopelliti,  ha impresso un passo più rapido all’esecuzione delle opere cantierate, con l’obiettivo di tagliare il traguardo di conclusione lavori entro questo anno. Peraltro, secondo quanto reso noto dalla società – prosegue Alessandro Nicolò – sta per essere completata anche la galleria Piale che consentirà un più veloce raccordo con la città di Reggio Calabria. La cerimonia di stamani, inoltre, sarà occasione per affrontare le problematiche relative ai disagi di alcune famiglie di Campo Calabro, le cui abitazioni avrebbero subito danni a causa dei lavori di perforazione delle gallerie sottostanti, alle quali l’Anas deve dare ascolto e risposte. Resta aperta – conclude Alessandro Nicolò -  la questione legata al finanziamento degli ultimi 56 chilometri di autostrada  il cui finanziamento, Parlamento, Governo e Cipe, devono al più presto decidere per sanare definitivamente una cesura con il resto del Paese che ha impoverito ulteriormente la Calabria per insufficienza di reti di servizio e di collegamenti”.