Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 18 Gennaio 2021

Il vicepresidente Alessandro Nicolò ricorda Don Mimmo Geraci

Il vicepresidente del Consiglio regionale Alessandro Nicolò esprime il suo cordoglio e il suo rimpianto “per la scomparsa di don Mimmo Geraci, dal 1967 parroco della Chiesa di Santa Lucia a Reggio e fondatore del Lucianum, ente morale protagonista di preziose opere caritative rivolte all’infanzia, alla gioventù, agli anziani e alle persone bisognose”.
“Guida illuminata, Don Geraci ha onorato il suo magistero lungo e fecondo con l’umanità del pastore attento ed instancabile. Figura di alto spessore spirituale, questo sacerdote lascia un vuoto incolmabile in quanti hanno avuto occasione di conoscerlo. Egli ha privilegiato sempre il primato della Chiesa, concorrendo a rafforzare l’idea della necessità di ricercare costantemente  il bene comune. Come ha saputo testimoniare, dando vita a quella grande opera - la Fondazione Lucianum -  cui ha dedicato le sue migliori energie e l’impegno di una vita”.
“Espressione autentica delle più grandi virtù della nostra comunità, Don Geraci sarà sempre ricordato come esempio di uomo volitivo e tenace, fedele al dialogo, vicino ai più deboli e indigenti”.
“In questo momento triste, voglio ricordarlo con una sua frase che forse riassume anche il senso delle opere da lui compiute:  ‘Rimani con noi, Signore - scriveva Don Geraci - Concedici il gusto di una vita piena che ci faccia camminare su questa terra come pellegrini fiduciosi e gioiosi, guardando sempre al traguardo della vita che non ha fine”