Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Domenica, 09 Agosto 2020

Ue, il presidente Irto a Bruxelles: "Comunità locali siano protagoniste dei processi decisionali europei"

Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, ha partecipato all’Assemblea plenaria della Conferenza dei parlamenti regionali, che si è svolta a Bruxelles, nella sede del Friuli Venezia Giulia. L’organismo, che si è riunito nella capitale belga in concomitanza Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, ha partecipato all’Assemblea plenaria della Conferenza dei parlamenti regionali, che si è svolta a Bruxelles, nella sede del Friuli Venezia Giulia. L’organismo, che si è riunito nella capitale belga in concomitanza con la Settimana europea delle Regioni, ha esaminato un nutrito ordine del giorno.

Il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto Il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto


La Plenaria, in particolare, ha discusso della politica europea di coesione e del bilancio europeo post 2020, approfondendo successivamente il futuro istituzionale dell’Ue. Al centro del vertice, anche il programma “Taiex” sulle assistenze tecniche, le proposte per l’istituzione di un Corpo europeo di protezione civile, nonché lo stato dell’arte del Piano Juncker, con particolare riferimento alle Regioni italiane.
La Plenaria ha trattato altresì le iniziative che le Assemblee regionali intraprenderanno per celebrare i 60 anni dei Trattati di Roma. Su questo punto anche il Consiglio regionale calabrese,alla pari di tutti gli altri, si esprimerà con uno specifico ordine del giorno in una delle prossime sedute. “È stata una riunione assolutamente proficua – ha affermato il presidente Irto – perché sono state toccate questioni diverse ma tutte egualmente rilevanti per i Consigli regionali. Questi ultimi, attraverso la loro presenza a Bruxelles, hanno simbolicamente rimarcato la volontà delle comunità locali di essere protagoniste attive dei processi decisionali, normativi e di governo dell’Unione europea. In questo quadro, assume ancora maggiore rilievo la ricorrenza, nel marzo 2017, della sottoscrizione del Trattato di Roma che istituì la Comunità economica europea. L’Italia ebbe un ruolo fondamentale in quella fase, che diede un impulso determinate all’avvio del processo di integrazione nel Vecchio continente. Celebrare degnamente questa ricorrenza – ha concluso Irto – significa anche rivendicare la centralità e il ruolo del nostro Paese nella politica e nelle istituzioni europee”.