Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 27 Ottobre 2020

“Le arance della salute” promuovono legalità, diritti e sicurezza

“Un’iniziativa che coniuga promozione della ricerca, valorizzazione dell’agroalimentare calabrese di qualità, aziende e produzioni che rispettano le regole, i diritti e la sicurezza dei lavoratori contro ogni forma di abuso e sfruttamento”.Irto - Coldiretti 25.01.16
Così il presidente del Consiglio regionale della Calabria Nicola Irto ha commentato “il valore dell’iniziativa” promossa da Coldiretti Calabria, Airc comitato Calabria, Fai - Firmato Agricoltori italiani e presentata oggi in conferenza stampa a Palazzo Campanella.
La presenza calabrese all’iniziativa benefica dell’Airc è più che raddoppiata negli ultimi anni: “Le arance della salute” - oltre il 50% provenienti dalla Calabria ed in particolare da Rosarno e dalla Piana di Goia Tauro - saranno distribuite il 28 e 29 gennaio nelle scuole di tutte le regioni italiane e, il 30 gennaio in 2500 piazze del nostro Paese.
“Ringrazio di cuore i promotori - ha sottolineato il presidente Nicola Irto - per aver scelto di presentare questa meritevole iniziativa nella sede del Consiglio regionale della Calabria che aspira ad essere sempre più punto di riferimento per il territorio e per l’associazionismo impegnato e luogo privilegiato di confronto sui grandi temi che interessano la nostra regione.Locandina conferenza stampa Coldiretti AIRC C’è una rinnovata attenzione da parte delle Istituzioni nei confronti di Rosarno e della condizione degli immigrati, testimoniata anche dalla visita del presidente della Regione Mario Oliverio. Il Consiglio regionale - ha proseguito Nicola Irto - intende legiferare contro il capolarato ed ogni forma di sfruttamento dei lavoratori, mettendo in campo una strategia complessiva con la collaborazione di tutte le forze sane della regione. L’evento presentato oggi - ha concluso il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto - contribuirà a diffondere a livello nazionale un’immagine diversa della Calabria perché dimostra ancora una volta che la nostra regione è in grado di garantire una filiera di alto livello grazie alle risorse europee che consentiranno alle nostre imprese di legare qualità e innovazione”.
Irto - Coldiretti_2 25.01“E’ un grande risultato che premia la qualità calabrese, l’eccellenza delle arance della Piana di Gioia Tauro, l’imprenditoria calabrese e le imprese calabresi - ha affermato Pietro Molinaro Presidente Coldiretti della Calabria nel corso della conferenza stampa a palazzo Campanella alla quale hanno preso parte anche Rosella Pellegrini, Presidente Airc Calabria, Maurizio Marangon, responsabile del Fai Spa, Firmato agricoltori italiani e Pietro Sirianni responsabile regionale Campagna Amica.
“La Calabria diventa così importante partner di un’iniziativa nazionale - ha detto Rosella Pellegrini dell’Airc Calabria”.
“Parliamo di arance che in passato erano macchiate dall’onta di Rosarno per lo sfruttamento dei lavoratori ed il grave fenomeno del caporalato. Da qualche anno non è più così. Come Airc – ha annunciato la Pellegrini – abbiamo ricevuto da Coldiretti la sicurezza di avere a che fare con produttori e aziende in regola, sia sotto il profilo della sicurezza alimentare che sotto il profilo del corretto utilizzo dei lavoratori”.