Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 22 Ottobre 2020

Solidarietà del presidente Irto al procuratore Nicola Gratteri

"L'inquietante episodio che ha colpito la famiglia di Nicola Gratteri, uno dei magistrati più coraggiosi ed impegnati nella lotta alla criminalità organizzata, impone l'assunzione di ulteriori e rafforzati provvedimenti a tutela del procuratore aggiunto di Reggio Calabria e dei suoi "L'inquietante episodio che ha colpito la famiglia di Nicola Gratteri, uno dei magistrati più coraggiosi ed impegnati nella lotta alla criminalità organizzata, impone l'assunzione di ulteriori e rafforzati provvedimenti a tutela del procuratore aggiunto di Reggio Calabria e dei suoi congiunti".

Nicola Gratteri Nicola Gratteri


A chiederlo è il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto. Secondo quest'ultimo "il fatto che ignoti malviventi, qualificatisi come poliziotti e col volto coperto da passamontagna, si siano introdotti nello stabile di Messina in cui vive il figlio di Gratteri, è motivo di grave allarme. L'episodio è un preciso quanto pesante avvertimento, perpetrato attraverso la minaccia di colpire l'affetto più caro di ogni persona. È evidente come non solo il magistrato matutta la sua famiglia siano oggi in una condizione di grave esposizione che richiede misure consequenziali".
Nicola Irto conclude: "Esprimo la mia vicinanza personale e la solidarietà del Consiglio regionale a Nicola Gratteri e ai suoi cari. Siamo certi che il procuratore aggiunto di Reggio, che ha dedicato la sua vita alla lotta ai poteri oscuri e criminali, non indietreggerà di un millimetro dalla trincea in cui da anni è impegnato per la tutela della legalità e del bene comune. Noi siamo al suo fianco".