Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 26 Febbraio 2021

Dattolo (Udc): “Dai piani archeologici nuova occupazione”

“E’ un cambio di passo, una svolta che si tocca con mano. Soprattutto è la dimostrazione che c’è un’attenzione con i fatti verso alcuni dei filoni d’oro che la nostra terra incontrovertibilmente vanta e che finora, purtroppo, sono stati poco “E’ un cambio di passo, una svolta che si tocca con mano. Soprattutto è la dimostrazione che c’è un’attenzione con i fatti verso alcuni dei filoni d’oro che la nostra terra incontrovertibilmente vanta e che finora, purtroppo, sono stati poco valorizzati. Mi riferisco alla cultura, all’archeologia, ai castelli, agli edifici di grande pregio e all’archeologia industriale che finalmente potranno essere valorizzati per produrre sviluppo e lavoro vero”.
E’ quanto afferma il presidente del Gruppo dell’Udc in Consiglio regionale Alfonso Dattolo, che ha “molto apprezzato la decisione della Giunta regionale presieduta da Giuseppe Scopelliti e che, su proposta dell’assessore alla Cultura Mario Caligiuri, ha approvato i piani delle aree archeologiche, i castelli, gli edifici di pregio, l’archeologia industriale, che mobiliteranno sui beni culturali risorse imponenti per 45 milioni di euro e, quindi, attiveranno intelligenze, competenze e ‘saperi’ organizzati e diffusi sul territorio. Sono questi gli interventi – conclude l’esponente dell’Udc – di cui l'intera Calabria ha bisogno, per dare una sterzata all’economia e occasioni concrete ai nostri diplomati e laureati. Infatti, gli investimenti proposti dall'assessore Caligiuri possono produrre occupazione per circa mille persone".