Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 02 Giugno 2020

Chiappetta, capogruppo del Pdl, annuncia le dimissioni

Il capogruppo del Pdl alla Regione Gianpaolo Chiappetta annuncia le dimissioni. La decisione è legata alle vicende che stanno maturando nel partito ed all'adesione di Chiappetta alle posizioni di Angelino Alfano. ''Sono state settimane - spiega Chiappetta - di intenso e per molti versi difficile confronto politico, all'interno del Pdl, ed in vista della rinascita di Forza Italia, sono infatti emerse due distinte posizioni. Abbiamo costantemente cercato di trovare la via di una possibile sintesi che potesse portare ad un partito e ad una soluzione responsabile, equilibrata, unitaria e condivisa. Il confronto politico, tuttavia, non è giunto alla soluzione che tutti noi auspicavamo e cioè quella che ci vedesse insieme, all'interno della stessa formazione politica, per rappresentare unitariamente i moderati italiani''.
''Sin da quando ho assunto l'incarico di capogruppo nel Consiglio regionale della Calabria ed in linea con quello che è sempre stato il mio percorso politico - aggiunge - mi sono impegnato per  rappresentare al meglio le posizioni di ciascuno dei componenti e dell'intero gruppo, avendo come unici punti di riferimento quelli della responsabilità istituzionale e della moderazione politica.
Proprio in ragione di ciò, ed in considerazione degli ultimi avvenimenti politici, ritengo doveroso rassegnare le mie dimissioni da capogruppo con la consapevolezza che in Calabria l'intero centrodestra continua ad avere la responsabilità di governare una Regione con molti problemi ed il dovere di corrispondere alle richieste di quegli elettori che ci hanno assegnato il compito di riformare e modernizzare la Calabria''.