Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 28 Novembre 2020

Congresso e sanità: le decisioni del gruppo Pd

Presieduta da Sandro Principe, si e' svolta questa mattina a Lamezia Terme, la riunione del gruppo del Partito Democratico, in seno al Consiglio Regionale della Calabria.
All'incontro hanno preso parte i consiglieri Adamo, Amato, Ciconte, De Gaetano, Giamborino, Guccione, Naccari Carlizzi, Scalzo e Sulla. Assenti giustificati Franchino e Maiolo.
L'assemblea del gruppo ha provveduto, preliminarmente, a completare l'Ufficio di Presidenza, nominando all'unanimita' Antonio Scalzo vice presidente e Naccari Carlizzi segretario.
E' seguita un'ampia discussione, nella quale sono intervenuti, in modo significativo, tutti i presenti, sulle ''emergenze calabresi, dalla sanita' all'ambiente, dallo smaltimento dei rifiuti - e' scritto in una nota - all'avanzo di bilancio per 5,4 milioni di euro, da Gioia Tauro alla mancata attuazione del Por Calabria 2007/2013, dall'emergenza lavoro al disagio delle famiglie ed ai ritardi infrastrutturali. Dal dibattito e' emerso un giudizio unanime e rigorosamente negativo sul Governo Scopelliti che, a dire dei democratici, ha fatto registrare un evidente fallimento in tutti i settori sopra evidenziati''.
''In particolare, per i democratici, la sanita' - prosegue la nota - che Scopelliti racconta all'esterno, e' un film di fantasia, lontano mille miglia dalle inefficienze che i calabresi riscontrano giornalmente nel sistema sanitario regionale; cosi' come, per i rappresentanti del Pd, e' scandaloso l'imponente avanzo di amministrazione non speso, che potrebbe rappresentare addirittura una finanziaria nazionale e che aumenta il distacco delle Istituzioni del Paese dalla Calabria, poiche' e' facile far diventare il mancato utilizzo dell'avanzo di bilancio un alibi per non fare nella nostra regione ingenti, necessari ed improrogabili investimenti sulle infrastrutture, a partire dal completamento della SA-RC e dal collegamento di Gioia Tauro con le grandi arterie autostradali e ferroviarie. Anche per affrontare queste problematiche su cui chiamare in causa il ruolo del Governo Nazionale, il Gruppo del Partito Democratico a Palazzo Campanella ha deciso di organizzare per il prossimo 19 luglio un incontro-seminario, di una intera giornata, a Rende, insieme ai parlamentari calabresi, al Sindaco di Crotone ed al Presidente della Provincia di Cosenza; si metteranno a punto idee e progetti di alternativa al mal governo del centrodestra ed un pacchetto di proposte per il Governo Letta, al fine di alleviare alcune delle emergenze piu' sopra indicate e per chiedere di individuare nel Governo stesso, una personalita' di riferimento, per seguire la questione Calabria''.
L'assemblea del Gruppo, infine,ha sollecitato il segretario nazionale Epifani per un incontro di lavoro a Roma, affinche' il partito nazionale sostenga presso il Governo le proposte del Pd calabrese e perche' sia fissato al piu' presto possibile la data del congresso regionale, per porre fine in tempi rapidi a questa fase caratterizzata dalla totale assenza del partito in Calabria.