Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 29 Ottobre 2020

Il Centrodestra si ricompatta e torna a parlare un’unica voce in Consiglio regionale.

Se la Calabria “annaspa per i gravissimi ritardi è per responsabilità diretta di questo Governo regionale e del Pd, partito che sta riversando sulle istituzioni le proprie polemiche interne”. E’ il tema affrontato e continuamente ripreso dagli interventi dei consiglieri Se la Calabria “annaspa per i gravissimi ritardi è per responsabilità diretta di questo Governo regionale e del Pd, partito che sta riversando sulle istituzioni le proprie polemiche interne”. E’ il tema affrontato e continuamente ripreso dagli interventi dei consiglieri del centrodestra durante la conferenza stampa coordinata dal capo Ufficio Stampa del Consiglio regionale, Romano Pitaro.conferenza centro destra 20.06.16
“Finora – ha detto Fausto Orsomarso – abbiamo volutamente tenere un atteggiamento responsabile perché consapevoli dello stato delle cose, a partire dalla sanità, ma anche per il turismo e l’agricoltura. Difficoltà che abbiamo vissuto con la Giunta precedente di centrodestra, ma che non mi pare siano state minimamente aggredite dal presidente Oliverio e dalla sua Giunta. I risultati, finora – ha proseguito Orsomarso – indicano un quadro ulteriormente deteriorato con servizi sanitari sospesi e precari senza stipendio. Avviene a Cosenza, come a Reggio Calabria, perciò stiamo chiedendo a Oliverio di aprire un confronto vero in Consiglio regionale evitando manifestazioni parolaie perché capiamo quanto difficile e complicata sia ogni azione di governo in una terra che sta morendo giorno dopo giorno”.
Per il capogruppo di Forza Italia, Alessandro Nicolò, “questa conferenza stampa segna un momento nuovo nel richiamo ad una forte azione unitaria di tutto il centrodestra calabrese contro un centrosinistra inconcludente e arrogante. La sanità - ha proseguito Alessandro Nicolò – è il punto più elevato, con la disoccupazione giovanile, della crisi in cui permane la Calabria, che paga le lotte intestine del Pd. Ma in questi due anni, noi del centrodestra abbiamo tenuto in Consiglio regionale un comportamento costruttivo e responsabile, mentre loro continuano in una sorta di guerra intestina che rinvia ogni decisione di interesse collettivo. A tal fine, e senza fare questioni di campanile, è esemplare, in senso negativo, il silenzio dei consiglieri e dei parlamentari reggini del centrosinistra sul futuro dell’Aeroporto della Città Metropolitana”.
“Sono l’unico assessore politicamente superstite dell’ex Giunta Scopelliti, al quale ho dato filo da torcere. Ma devo anche rilevare che quell’esperienza di governo regionale alcune cose importanti le ha fatte e credo anche che l’esperienza politica di Scopelliti possa ancora tornare utile agli interessi della Calabria Oggi invece, e dalle stesse dichiarazioni di settori del centrosinistra, questa Giunta regionale appare al capolinea, un segnale che abbiamo il dovere, come centrodestra, di cogliere nell’interezza del suo significato e prepararci all’alternativa”. Lo ha detto il consigliere Mimmo Tallini nel suo intervento in conferenza stampa. “Noi – ha continuato – abbiamo lavorato in costante presenza del commissario alla sanità, il gen. Pezzi, intervenendo per affrontare il risanamento del debito e per ristrutturare i servizi. Oggi – ha affermato – il debito sanitario in Calabria riprende a correre, con liste di attesa per una ecografia che superano i sei mesi, mentre Oliverio sta tentando in tutti i modi, senza però riuscirvi, di diventare  lui il Commissario straordinario”. Tallini, inoltre, ha posto in evidenza la “vicenda sollevata dagli imprenditori Greco, un episodio che richiede un chiarimento netto rispetto ai fatti ed ai comportamenti”.
Il consigliere Francesco Cannizzaro, ha detto che “con questa conferenza stampa il centrodestra ha voluto dare un segnale forte alla Calabria. Se oggi si dovesse votare – ha affermato – il centrodestra tornerebbe al governo della Regioneper l’aggravarsi dei problemi. Eppure, i consiglieri del centrosinistra vanno in giro ancora promettere, alimentando quel meccanismo perverso che non ha sbocchi se non illudere ulteriormente chi ha bisogno. Voglio anche rendere noto che ho chiesto una seduta di Consiglio regionale ad hoc per discutere di immigrati: Oliverio ha detto a Riace che costituiscono un ‘valore aggiunto’, dimenticando che l’unica soluzione che la sua Giunta sta mettendo in atto è di chiuderli in strutture pubbliche senza prospettive aumentando a dismisura il loro disagio e di chi in questa terra vive”.