Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 27 Ottobre 2020

Bova: "L’incendio di Torre Melissa alza il livello di preoccupazione"

“L’incendio di Torre Melissa, che ha distrutto cinque autocompattatori e due automobili di proprietà di una società con sede legale a Cirò Marina, alza il livello di preoccupazione e inquietudine della comunità calabrese, rappresentando, a distanza di poco tempo da “L’incendio di Torre Melissa, che ha distrutto cinque autocompattatori e due automobili di proprietà di una società con sede legale a Cirò Marina, alza il livello di preoccupazione e inquietudine della comunità calabrese, rappresentando, a distanza di poco tempo da quanto successo a Girifalco,

Il presidente della Commissione contro la 'ndrangheta Arturo Bova Il presidente della Commissione contro la 'ndrangheta Arturo Bova


un’altra tappa dell’escalation criminale che, da un po’ di tempo a questa parte, ha deciso di indirizzare la propria attenzione anche su strutture ed automezzi della nostra regione impegnate nella raccolta dei rifiuti urbani”.
E’ quanto afferma il presidente della Commissione regionale antidrangheta Arturo Bova che continua: “Giorno dopo giorno, siamo costretti a prendere atto di come sia sempre più a rischio la sicurezza, che dovrebbe essere il baluardo della democrazia e di una sfida all’insegna della partecipazione e della cittadinanza attiva, valori ai quali in primis sono chiamati i nostri giovani per contribuire allo sviluppo della nostra terra. Situazioni che, proprio per il loro accavallarsi, sfiancano le risorse migliori della Calabria, ma rispetto alla quali la risposta non può che essere corale: della società civile, nelle sue articolazioni più sane, e della classe politico-istituzionale chiamati a fare fronte comune di fronte ad una battaglia contro il crimine che è anche e soprattutto battaglia di libertà”.