Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 23 Settembre 2020

Il progetto di riforma degli enti regionali illustrato dal Sottosegretario Sarra

Il progetto di riforma e riordino degli enti regionali è stato illustrato stamani dal Sottosegratario alle Riforme e alla Semplificazione amministrativa, Alberto Sarra, nel corso della seduta della Commissione “Riforme e Decentramento”, presieduta dal consigliere Mario Magno.

Il sottosegratario alle Riforme e alla Semplificazione amministrativa, Alberto Sarra


“Si tratta - ha spiegato Sarra - delle linee guida che sorreggeranno il nuovo impianto regionale. Siamo ancora in una fase preliminare che definirei di start up, e dunque propedeutica ad una discussione su profili e contenuti che ancora non sono dotati del crisma dell’esaustività. Il progetto che individua otto macroaree prevede di accorpare in una unica agenzia o azienda gli enti che si occupano della stessa materia. L’unico settore sottratto a questo intervento è quello della sanità, in quanto sottoposto al regime di commissariamento. Sottesi alla logica di riforma, i principi di economicità, efficacia, efficienza dell’azione amministrativa e risparmio e i criteri di professionalità, esperienza e qualità morale”.
In apertura di seduta, il presidente Magno ha dato il benvenuto al consigliere Aurelio Chizzoniti (Insieme per la Calabria – Scopelliti Presidente), da poco insediatosi a Palazzo Campanella, “certo del contributo fattivo e di livello che saprà dare al lavoro della Commissione grazie alla sua esperienza di politico ed amministratore di lungo corso”.
Nel ringraziare il presidente e l’intera Commissione per l’accoglienza, il consigliere Chizzoniti ha espresso “l’auspicio di contribuire a riscattare l’atavica situazione in cui versa la Calabria, anche nell’ottica di una piena integrazione a livello europeo”.
Commentando i lavori dell’organismo, il presidente Magno ha detto: “L’incontro odierno è servito ad avviare un percorso conoscitivo del progetto di riordino degli enti partecipati della Regione. Un percorso che merita necessariamente un appronfondimento e un dibattito preliminare affinchè la Giunta possa redigere una proposta condivisa sia da parte dei gruppi di maggioranza che, spero, di minoranza. L’essenza del provvedimento è quella di di porre in essere una complessiva attività di riordino di funzioni, realizzando accorpamenti tra enti, con l’obiettivo di conseguire anche una riduzione della spesa che grava sul Bilancio regionale, sulla base degli indirizzi e dei parametri che la Giunta si è data in questi due anni e mezzo di attività. In tal modo, le somme risparmiate potranno essere impiegate per fronteggiare i fenomeni di disagio e povertà presenti nella nostra regione”.
Alla seduta hanno preso parte i consiglieri Fausto Orsomarso (Pdl), Aurelio Chizzoniti (Insieme per la Calabria – Scopelliti Presidente), Alfonsino Grillo (Scopelliti Presidente), Antonio Scalzo (Pd), Ottavio Bruni (Udc) e Nicola Adamo (Misto).