Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 22 Aprile 2021

Dattolo, approfondire il senso delle scelte finora decise

“Il Bilancio di previsione 2013 della Regione, approvato in tempi rapidi, non consente di esprimere compiutamente un giudizio esaustivo ed approfondito.



Ciò non significa che il Documento finanziario potesse essere rivoluzionato nella sua struttura poiché è a tutti evidente che i tagli imposti dalla spending review non consentono di operare strategie di lungo periodo, quanto piuttosto riuscire a coprire le esigenze più impellenti emerse dai numerosi interventi  espressi dal partenariato sociale e produttivo nel corso delle audizioni convocate dalla Commissione.
Non vi è dubbio che rimanga tutta intera la necessità di un’analisi politica più puntuale che accompagni meglio il senso delle scelte finora decise. Forestazione, agricoltura, Lpu-Lsu, sgravi per i terremotati, riordino degli enti sub- regionali e delle partecipate, Sibical, Fincalabra, Consorzi di Bonifica, risorse per il funzionamento del Consiglio regionale,  sono argomenti che persistono nell’agenda politica e che vanno ulteriormente ripresi per senso di responsabilità nei confronti dei calabresi e per coerenza rispetto all’agenda politica-programmatica alla base del successo del centrodestra in Calabria. L’Udc non si tirerà indietro e farà la propria parte con lealtà ed arricchendo il dibattito con l’originalità del proprio contributo”.