Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 22 Aprile 2021

Nucera (Pdl): "Non si speculi sull'emergenza immigrati"

“I Comuni coinvolti dall’emergenza migranti della Piana non possono pensare di gestire la situazione contrapponendosi strumentalmente  alla Regione Calabria, chiedendo fondi e sostengo operativo”.


E’ quanto afferma spiega il Segretario Questore del  Consiglio regionale Giovanni Nucera, dopo la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, in Prefettura, nel corso della quale sono stati ascoltati il Presidente del Comitato dei Sindaci “Città degli Ulivi” Emanuele Oliveri, il Sindaco di San Ferdinando e i rappresentanti degli Enti Locali coinvolti dalla presenza di migranti stagionali.
“Ho già più volte ribadito che la Regione non ha alcuna intenzione di sottrarsi alle proprie responsabilità. E lo sta dimostrando affiancando la Prefettura di Reggio nella gestione dell’emergenza. Tuttavia – prosegue Nucera – il numero di  migranti di ogni nazionalità presenti oggi  nella Piana, ha assunto proporzioni assolutamente ingestibili con le sole responsabilità locali, che comunque non verranno meno”.
“Apprezzo, per questo, l’impegno del Prefetto di Reggio Calabria, S. E. dr. Vittorio Piscitelli che stamani ha informato Sindaci e componenti del Cosp, di essere in costante contatto con il Ministero dell’Interno. E’ dovere di tutti -  sottolinea Nucera  - creare le migliori condizioni di vita per questi lavoratori, ai quali l’unica occasione rimasta è quella di offrirsi nella raccolta stagionale degli agrumi. Dispiace osservare che spesso l’attenzione e la disponibilità verso  gli immigrati non sia  sempre spontanea  e del tutto disinteressata.  Non è consentito a nessuno – conclude il Segretario Questore del Consiglio regionale - speculare sulle sofferenze di migliaia di persone, che alla mancanza di lavoro, alle situazioni di sfruttamento ed illegalità, sono costrette a sopportare condizioni di vita inaccettabili ed assolutamente indegne di un Paese civile”.