Monday, 06 December 2021

Al “Bookcity” (Milano) Nuccio Ordine e un po' di Alvaro…

Nuccio Ordine con “L’utilità dell’inutile” (Bompiani) , ma anche Corrado Alvaro  attraverso Cristina De Stefano che presenterà  “Oriana. Una donna”(Rizzoli) la biografia ufficiale dell’autrice italiana più famosa del Novecento, alla II edizione del Bookcity di Milano.
Oltre 600 gli eventi di un cartellone ricco di personalità (www.bookcitymilano.it) e con più poli tematici che si svolgeranno  in diversi spazi della città (epicentro il Castello Sforzesco che esporrà uno dei suoi tesori più preziosi: il Codice Trivulziano, manoscritto di Leonardo da Vinci) tra cui biblioteche e librerie, luoghi deputati per eccellenza alla lettura e al libro. Inoltre, Bookcity Milano ha attivato progetti nelle scuole – 940 classi di 150 scuole coinvolte in 140 progetti didattici - proponendo laboratori di editoria, ebook, booktrailer, attività di redazione; previsti anche interessanti iniziative negli ospedali e nelle carceri.
La manifestazione - si svolgerà dal 21 al 24 novembre - è promossa dall’assessorato alla Cultura e dal comitato promotore(Fondazione Rizzoli Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri, Camera di Commercio di Milano, Associazione italiana editori, Associazione librai italiani, Librerie indipendenti Milano e Associazione italiani bibliotecari) e ribadisce il ruolo di Milano capitale nazionale dell’editoria.

La scrittrice Cristina De Stefano, autrice della biografia ufficiale su Oriana Fallaci (Rizzoli)


Animerà la sezione “filosofia e spiritualità” del Bookcity il docente di Letteratura italiana all’Università della Calabria Nuccio Ordine (sabato 23 novembre ore 18.30 presso il Castello Sforzesco) con il suo “Manifesto”, reo di aver conferito dignità a quella cosa inutile (in un mondo sempre più intricato nella rete del profitto economico) che è la letteratura. “L’utilità dell’inutile” è al secondo posto tra i libri più venduti in pochi giorni su Amazon, un successo riconosciutogli da “Le Monde” che gli ha dedicato l’editoriale pubblicato in prima pagina nel supplemento “Le Monde des Livres”.
Per via indiretta, anche Corrado Alvaro al Bookcity con la giornalista-scrittrice  e scout letterario Cristina De Stefano, autrice di “Oriana. Una donna” (il libro sarà presentato venerdì 22 novembre ore 18 presso la Fondazione Rizzoli-Corriere della Sera ed oltre all’autrice parteciperanno Eleonora Andretta, Lucia Annunziata, Stefano Rulli ed Emilia Costantini), ma anche della biografia di Cristina Campo (Belinda e il mostro – Vita segreta di Cristina Campo, Adelphi).

Il prof Nuccio Ordine ha scritto per Bompiani "L'utilità dell'inutile"


Campo è la poetessa che assistette Corrado Alvaro durante gli ultimi mesi della sua vita. “Fu una notte molto lunga” confessa all’amica Margherita Pieracci (Lettere a Mita, Adelphi) aggiungendo la descrizione delle ultime ore di vita dello scrittore di San Luca, che Giovanni Carteri, il massimo esperto di Cesare Pavese in Calabria,  in un recente articolo  definisce di una forza impressionante, un documento unico nella letteratura italiana del Novecento: “ Di Alvaro mi è’ sempre più difficile dire. Tento appena di decifrare questa storia, che mi ha travolta in due mesi fino al limite di una vita.(…) Fu una notte molto lunga. Ho ancora negli orecchi il brusio della pioggia e il tuono del suo respiro, fino alle 4,50. Non so dirle se se n’è andato sereno. Dalle 8,30 non era più cosciente. Se n’è andato ad occhi chiusi, dopo una lotta che appariva una suprema concentrazione. Aveva, quando è spirato, la febbre a 41,7. Lo tenevo tra le mie braccia, già esanime, mentre la donna che ci aiutava gli infilava il pigiama azzurro; e ancora bruciava, bruciava tutto - come i bambini che dormono con la febbre…”