Monday, 18 October 2021

CREAttiva: un sogno che diventa realtà. Intervista alla giovane imprenditrice Imma Lazzaro

Moda e passione: sono questi gli elementi caratteristici del progetto CREAttiva. Un progetto nato grazie all’impegno e al coraggio di Imma Lazzaro, una giovane ragazza calabrese, originaria di Santa Caterina dello Ionio, ma che da diversi anni vive a Roma. Moda e passione: sono questi gli elementi caratteristici del progetto CREAttiva. Un progetto nato grazie all’impegno e al coraggio di Imma Lazzaro, una giovane ragazza calabrese, originaria di Santa Caterina dello Ionio, ma che da diversi anni vive a Roma. Dopo una laurea in Scienze della comunicazione, svariate esperienze lavorative e una costante situazione di precarietà, ha deciso di reinventarsi investendo nella moda, nel settore della gioielleria low cost realizzando il suo sogno. Imma ha deciso di creare un brand sfidando la crisi, la conseguente disoccupazione e il dilagante sentimento di rassegnazione, purtroppo oggi presente in molti giovani. Ha iniziato a disegnare gioielli e a realizzarli a mano. CREAttiva è: “L’accessorio handmade che segue una filosofia lowcost e prende spunto dalle ultime tendenze, ma non perde mai di vista l’originalità, il tocco personale. Gli accessori della linea CREAttiva sono espressione di fantasia, libertà, sperimentazione”, come viene definito dalla creatrice. Tutto è nato attraverso una pagina Facebook (http://www.facebook.com/immacreattiva), che oggi conta oltre 46.000 iscritti, e che, in poco più di un anno, ha riscosso un notevole successo e l’attenzione delle più importanti fashion blogger. Imma realizza accessori alla moda, accessibili a tutti: bracciali, orecchini, collane, pochette, collezioni personalizzate, special edition e i materiali più utilizzati sono: “Catene, cotone, maglie, merletti, pvc, acciaio e pietre. un perfetto mix di originalità, femminilità e romanticismo”. Recentemente, Imma Lazzaro, ha ricevuto un importante riconoscimento come “Giovane imprenditrice calabrese”, dall’Associazione Calabresi nel mondo. Un successo che sta premiando il suo coraggio, il suo talento e la sua determinazione, e che la ripaga di tutti i sacrifici fatti per la realizzazione del suo sogno, come Imma ci ha ribadito nell’intervista che segue. Da giornalista a stilista di gioielli low cost, come è nato il progetto CREAttiva? Il progetto CREAttiva è nato dalla voglia di dare concretezza ad una passione sfrenata per la moda e per il bello, dalla voglia di seguire una innata predisposizione a creare con le mani. In poco tempo sei riuscita a far conoscere le tue collezioni ad una clientela sempre più vasta, a far parlare di te sulle più importanti riviste di moda e a far indossare le tue creazioni a molte donne dello spettacolo. Quanto è stato difficile raggiungere questi risultati e quali difficoltà hai incontrato? I risultati ottenuti con CREAttiva sono il frutto di scelte dosate, di coraggio e di una buona dose di follia. Non è stato semplice, il web e i miei studi in comunicazione sono sempre stati i miei fedeli alleati. La difficoltà più grande? La paura di non farcela. Come nascono le tue creazioni? Le mie creazioni nascono da continui stimoli che cerco di reperire ovunque. Nascono da un colore, da un motivo, da qualcosa visto sulle passerelle, da una fotografia, da un tema… Insomma creo ispirandomi a tutto ciò che mi piace e che incontra il mio gusto estetico. Cerco sempre di fissare su un foglio ciò che ho già figurato nella mia mente. Sono convinta che se una cosa puoi immaginarla, puoi anche realizzarla. Qual è il punto di forza delle tue creazioni? Credo con franchezza che il puntodi forza delle mie creazioni sia il messaggio che lanciano. Raccontano una storia positiva, la voglia di farcela e dunque aprono la speranza in chi come me ha voglia di lanciarsi in un progetto in cui crede.  Poi sono colorate, allegre, divertenti, e soprattutto cheap! Da esperta di comunicazione hai deciso di puntare tutto sul web, in particolare sui social network, e solo successivamente hai deciso di affidarti alla distribuizione tradizionale per far conoscere le tue creazioni, pensi che ciò abbia contribuito al successo del tuo brand? Dico sempre che CREAttiva è social. CREAttiva ha un dna fatto di social network, senza questi non esisterebbe. La distribuzione tradizionale è riservata solo ad alcuni punti vendita e corrisponde anche essa ad una strategia di marketing di promozione del brand, ma il web rimane il mezzo principale. Grazie alla tua straordinaria capacità imprenditoriale e al successo che il tuo marchio, CREAttiva, ha avuto a livello nazionale, recentemente sei stata premiata dall’Associazione Calabresi nel mondo come “Giovane imprenditrice calabrese”, cosa ha significato per te ricevere questo importante riconoscimento? Ricevere un premio a poco meno di un anno della nascita di CREAttiva mi lusinga e mi conferma che ho fatto delle buone scelte e mi incentiva a fare sempre meglio. Viviamo un periodo storico di profonda incertezza sociale che si ripercuote in modo determinante sulle giovani generazioni. Quale messaggio vuoi lanciare ai tanti giovani, in particolare calabresi, che in questo momento si trovano a vivere e ad affrontare una crisi senza precedenti? Non mi sento nella posizione di lanciare messaggi o impartire insegnamenti. Posso solo dire che è nei momenti di crisi e di profonda incertezza che può nascere qualcosa. E’ dalle macerie che parte la ricostruzione. Per me è stato così. Quali sono i tuoi progetti futuri? Ho in cantiere una produzione di borse firmate CREAttiva e magari in futuro un Magazine cartaceo  che possa essere uno spazio autorevole per i giovani che hanno qualcosa da dire. Ma non posso dire di più.

Giovanna Verduci