Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 11 Maggio 2021

La mafia fa schifo

Lettere di ragazzi in un paese che non si rassegna

Questo volume, La mafia fa schifo, Nicola Gratteri/Antonio Nicaso, Mondadori editore; raccoglie lettere, impressioni, umori, dubbi, idee, rabbia, domande, di tanti ragazzi e ragazze che hanno voglia di riflettere o far riflettere sulla criminalità organizzata. Testi eterogenei, a volte estremamente lucidi, altre volte più ingenui. Ma tutti hanno un elemento comune a tenerli uniti. Le mafie non sono un tabù. Non sono qualcosa da ignorare o far finta di ignorare. Sono qualcosa su cui si deve porre l’attenzione collettiva. E questo dato è di sicuro l’elemento più distintivo di un testo che ha il merito di dare grande speranza a chi lo legge. Il salto generazionale in tema di mafia c’è stato, anche grazie a chi si spende per sensibilizzare i ragazzi; i giovani di mafia parlano ed hanno voglia di parlare. I giovani hanno capito che disinteressarsi del problema non è una soluzione. Se tu non ti interessi aella mafia la mafia di sicuro si interesserà te, al tuo futuro, al mondo che è necessariamente lo stesso per tutti. Se questo messaggio che esce chiaro dalla lettura del testo verrà correttamente veicolato, allora verso la lotta a questo fenomeno si apriranno in futuro scenari nuovi .