Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 27 Gennaio 2022

Nicolò incontra l’Ugl Scuola: “Più attenzione alla dispersione scolastica”

Il Vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò, ha ricevuto a Palazzo Campanella i vertici nazionali e locali del sindacato UGL-Scuola, giunti a Reggio Calabria per un corso di formazione sindacale a beneficio delle rappresentanze RSU.

 

Il vice-presidente Alessandro Nicolò riceve
il segretario nazionale dell’Ugl-Scuola
Giuseppe Mascolo


La delegazione era guidata dal segretario nazionale dell’UGL-Scuola, Giuseppe Mascolo, ed erano presenti i dirigenti Francesco Messina, Mimma Canalicchio, e la segretaria provinciale, Ornella Cuzzupi.
“Abbiamo scelto Reggio – ha detto Giuseppe Mascolo – per celebrare il corso di formazione, perché in questa provincia il nostro sindacato ha avuto risultati straordinari, grazie all’impegno di Ornella Cuzzupi, alle recenti elezioni per le RSU, riportando circa ottocento voti.

In particolare – ha sottolineato Mascolo – abbiamo elaborato uno strumento operativo che fornirà ai nostri rappresentanti il supporto necessario per svolgere al meglio il carattere di rappresentanza nelle istituzioni scolastiche”.
I rappresentanti dell’Ugl-Scuola, nel corso dell’incontro, hanno manifestato al Vicepresidente del Consiglio regionale l’intenzione di avanzare una serie di richieste alla Regione in relazione all’efficienza ed alla sicurezza delle strutture scolastiche e sulla necessità di istituzionalizzare un programma di aggiornamento riservato ai docenti che provvedono alla formazione dei bambini e degli studenti diversamente abili.

 

Tra gli altri temi trattati, i sindacalisti della Ugl-Scuola hanno posto l’attenzione sul problema dei precari e della dispersione scolastica che sta creando seri problemi alle famiglie ed alla società.
Il Vicepresidente Alessandro Nicolò, dopo avere formulato gli auguri all’UGL- Scuola per lo straordinario risultato ottenuto, ha detto che “la funzione degli organi di rappresentanza sindacale e la loro elezione sono una forma di democrazia partecipata e diretta da cui occorre trarre esempio.

Gli organismi dirigenti che sono eletti dai lavoratori – ha detto ancora Nicolò – sono investiti direttamente della responsabilità di decidere secondo il mandato. Tutto ciò eleva il carattere democratico della consultazione e lega in maniera inscindibile il lavoratore ed il proprio rappresentante, che è la base di ogni rapporto di fiducia per la garanzia del rispetto dei diritti e delle libertà sindacali”.
Nicolò, inoltre, ha dato merito all’Ugl-Scuola “di avere rilanciato all’attenzione della politica e dell’opinione pubblica temi scottanti che meritano risposte adeguate.

Giuseppe Mascolo“Il vostro impegno in favore dei diversamente abili – ha sottolineato il Vicepresidente del Consiglio – rende onore alla vostra sensibilità sociale e va nella direzione di un’autentica e paritaria integrazione di tutti gli studenti. Pur in presenza di sacrifici che interessano il comparto della scuola – ha aggiunto – ci sono problematiche, come la dispersione scolastica, su cui è inevitabile prestare attenzione.

 

Il numero di ragazzi che lascia la scuola dell’obbligo è preoccupante, tenuto conto che l’alternativa non è il lavoro, ma la disoccupazione cronica senza formazione. Dobbiamo quindi modulare – e la Giunta regionale è impegnata con assoluta convinzione – tutta una serie di interventi per porre un freno all’abbandono anticipato della scuola e, contemporaneamente, varare programmi di formazione, magari utilizzando le imprese, per impedire che i nostri ragazzi vadano ad ingrossare l’esercito della criminalità organizzata”.