Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Bevacqua: "Grande soddisfazione per i provvedimenti adottati. Seguiremo passo dopo passo la loro attuazione"

Successivamente all'approvazione dell’Istituzione della riserva naturale regionale delle Valli Cupe, la quarta Commissione ha discusso ed approvato all'unanimità, una proposta di legge di iniziativa del consigliere Giuseppe Giudiceandrea (Servizi di emergenza nelle aree montane).
Inoltre, l’Organismo con il solo voto di astensione del consigliere Domenico Tallini, ha dato via libera ai provvedimenti amministrativi di iniziativa della Giunta regionale inerenti il Piano regionale di gestione dei rifiuti e il così detto PRAC (piano regionale amianto per la Calabria), e la proposta del Piano regionale dei Trasporti.  Lavori IV Commissione 13.12.16
"In quanto co-firmatario del disegno di legge  – ha sottolineato  il presidente Bevacqua a conclusione dei lavori - ho seguito con particolare attenzione l’iter della proposta normativa per il potenziamento dei servizi di emergenza nelle aree montane e sono davvero lieto per la sua odierna approvazione. I volontari del Soccorso alpino e Speleologico calabrese -  ha sottolineato Domenico Bevacqua - hanno da sempre svolto un lavoro importantissimo nelle zone impervie e montane, sia nelle operazioni di salvataggio, sia in quelle di ricerca dei dispersi, in particolare per quanto concerne i cosiddetti “soccorsi speciali” da effettuare presso cascate, pareti verticali e grotte. Si tratta di un patrimonio e di una risorsa specifica e peculiare, rispetto alla quale la Regione ha più volte manifestato l’intenzione di riconoscere in maniera tangibile la rilevanza. A tale scopo, il presente disegno di legge fissa, innanzi tutto, la funzione di pubblica utilità delle attività svolte dal Soccorso Alpino e Speleologico della Calabria, articolazione regionale del Corpo Nazionale soccorso alpino e speleologico (SASC-CNSAS). Il testo provvede, inoltre - ha proseguito il presidente Bevacqua -  a definire  la collaborazione con il SUEM (Sistema di Urgenza e diEmergenza Medica), disponendo  un’apposita convenzione fra Regione e Soccorso Alpino e un coordinamento con i servizi di elisoccorso. All’interno della predetta convenzione, verrà stabilito l’ammontare, di cui si farà carico la Regione, delle spese sostenute dal Soccorso Alpino e Speleologico  direttamente riconducibili all’erogazione dei servizi descritti”.
“Nel corso della seduta – ha continuato Bevacqua -  sono stati approvati anche il nuovo Piano regionale per la gestione dei rifiuti e il nuovo Piano regionale dei trasporti. Si tratta, in entrambi i casi di due strumenti di programmazione attesi da decenni necessari per la costruzione di un modello di sviluppo che promuova e rilanci le prospettive dell’economia e della società calabrese . Al termine della lunga discussione – ha detto il presidente della quarta Commissione - ho chiaramente evidenziato come ci attendiamo il rispetto puntuale dei cronoprogrammi presentati dagli assessori e dai dirigenti. A questo scopo, sarà mia cura convocare  in apposite sedute, con cadenza quadrimestrale, gli assessori e i dipartimenti competenti, affinché illustrino, passo dopo  passo, l'andamento della effettiva implementazione di quanto previsto nei Piani".
Ai lavori della Commissione hanno fornito il loro contributo i consiglieri Guccione, Nucera, Giudiceandrea, Tallini e Pasqua.
Sono stati auditi gli assessori Antonietta Rizzo (Ambiente) e Francesco Russo (Trasporti) e i dirigenti generali Orsola Reillo (Ambiente) e Domenico Pallaria (Lavori Pubblici).