Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 19 Gennaio 2022

L’ok della terza Commissione a due proposte di legge

Due le proposte di legge esaminate ed approvate oggi dalla terza Commissione “Attività sociali, sanitarie, culturali e formative”, presieduta dal consigliere Michelangelo Mirabello: “Interventi per l’assistenza a favore di persone con disturbi autistici e dello spettro autistico dall’età evolutiva a Due le proposte di legge esaminate ed approvate oggi dalla terza Commissione “Attività sociali, sanitarie, culturali e formative”, presieduta dal consigliere Michelangelo Mirabello: “Interventi per l’assistenza a favore di persone con disturbi autistici e dello spettro autistico dall’età evolutiva a quella adulta” (d’iniziativa dei consiglieri Mirabello, Giudiceandrea, Battaglia, Irto, Bevacqua e Romeo) e “Modifiche alla legge regionale del 2 maggio 2001, n. 10 (Medicina dello Sport e tutela sanitaria delle attività motorie e sportive), presentata dal consigliere Sinibaldo Esposito.

Il tavolo dei lavori della III Commissione Il tavolo dei lavori della III Commissione


Il progetto di legge per l’assistenza delle persone con disturbi autistici prevede l’erogazione di sussidi economici e la copertura delle spese per interventi di ausilio dal servizio sanitario. Fra gli obiettivi anche la costruzione di una rete di collaborazione fra servizi, Istituzioni e famiglie per assicurare continuità di assistenza, specifica e coerente, in modo omogeneo sull’intero territorio regionale, nonché la formazione e l’aggiornamento costante di specifiche professionalità.
“Soddisfazione” è stata espressa dal presidente Mirabello, primo firmatario del provvedimento che - ha detto - “vuole assicurare l’appropriatezza della rete sanitaria istituzionale rispetto ad una malattia sociale il cui carico più alto in termini di assistenza ricade sulle famiglie. Un ruolo specifico - ha aggiunto il presidente della Commissione - viene attribuito al Comitato di coordinamento regionale per l’autismo, organismo da istituire presso il Dipartimento regionale della Tutela della salute, senza oneri a carico del bilancio regionale, con compiti di guida nella promozione e nel miglioramento dei percorsi socio assistenziali. Si tratta di una banca dati epidemiologica - ha concluso Michelangelo Mirabello - che consentirà di monitorare l’andamento dei disturbi dello spettro autistico e i risultati terapeutici e riabilitativi erogati”.
Disco verde anche alla proposta di Legge n.77/10^ d’iniziativa del consigliere Sinibaldo Esposito recante: “Modifiche alla legge regionale 2 maggio 2001, n. 10 (Medicina dello sport e tutela sanitaria delle attività motorie e sportive)”.
Tale provvedimento modifica la Legge regionale n. 10 al fine di implementare i centri deputati alla certificazione agonistica, attraverso il coinvolgimento diretto dei Centri di Medicina dello Sport convenzionati con la Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) del Comitato Nazionale Olimpico Italiano (CONI).
“Questa previsione, che non produce alcun impatto finanziario a carico del bilancio regionale, consentirà a tutti gli atleti che svolgono attività agonistica - ha spiegato il consigliere Esposito - di produrre la certificazione senza nessun aggravio per il Servizio Sanitario Regionale. La complementarietà tra pubblico e privato - ha sottolineato Esposito - accresce i servizi, favorendo il percorso che deve portare alla certificazione dell’idoneità. L’effetto del provvedimento - in omaggio al principio della prevenzione sanitaria - sarà la riduzione del numero di quanti, ancora oggi, esercitano attività agonistica senza un’adeguata certificazione”.
Incardinato successivamente l’esame della Proposta di Legge n.84/10^ di iniziativa dei consiglieri Franco Sergio e Orlandino Greco dal titolo: “Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico”.
Il progetto di legge, illustrato in Aula dal consigliere Sergio, si propone di prevenire e contrastare l’insorgere di fenomeni di dipendenza dal gioco d’azzardo, favorendo il trattamento ed il recupero delle persone affette assieme al supporto alle rispettive famiglie. In merito alla proposta di legge “Norme per la promozione dell’attività di recupero e ridistribuzione delle eccedenze alimentari per contrastare la povertà e il disagio sociale”, presentata dal capogruppo di Forza Italia Alessandro Nicolò - su richiesta dell’assessore al ramo Federica Roccisano - “attesa l’importanza del provvedimento, è stato deciso il rinvio della trattazione, al fine di individuare in materia un efficace sistema integrato di interventi”.
Rinviato, su richiesta del consigliere proponente Giuseppe Mangialavori, l’esame della proposta di legge che modifica la legge regionale n. 8 del 1999 (Provvidenze in favore di soggetti affetti da particolari patologie) così come le audizioni in merito alla Casa Albergo di Oriolo Calabro (CS) su richiesta dei soggetti da audire.
Sull’HUB Funzionale di Neurologia Area Centrale della Calabria sono stati auditi: il dott. Domenico Consoli, neurologo e il dott. Michelangelo Miceli, direttore sanitario dell’Asp di Vibo Valentia.
La Commissione tornerà a riunirsi lunedì prossimo 14 dicembre alle ore 14.00 per l’esame della proposta di legge “Valorizzazione Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento” (d’iniziativa dei consiglieri Greco e Sergio) con la possibilità di proporre gli emendamenti entro le ore 10.00 dello stesso giorno.
Alla seduta hanno preso parte i consiglieri regionali Sergio, Greco, Neri ed Esposito.
Hanno partecipato ai lavori, fra gli altri, il dirigente del dipartimento Tutela della Salute, dottor Giacomino Brancati e il dott. Luciano Lucania.