Martedì, 16 Agosto 2022

Terza Commissione. Approvata legge per accesso al credito di separati e divorziati

La terza Commissione consiliare, ‘Attività sociali, sanitarie, culturali e formative’, presieduta dal consigliere Nazzareno Salerno (PdL),  ha approvato un progetto di legge di iniziativa dei consiglieri del gruppo Udc, Ottavio Bruni, Alfonso Dattolo e Gianluca Gallo, con cui si concede, La terza Commissione consiliare, ‘Attività sociali, sanitarie, culturali e formative’, presieduta dal consigliere Nazzareno Salerno (PdL),  ha approvato un progetto di legge di iniziativa dei consiglieri del gruppo Udc, Ottavio Bruni, Alfonso Dattolo e Gianluca Gallo, con cui si concede, in caso di separazione o di divorzio, un “assegno di mantenimento economico al coniuge debole quale garanzia di accesso al credito”.
“Scopo della legge – è scritto nella relazione di accompagnamento – è quello di rimuovere ogni ostacolo che impedisca la piena parità degli uomini e delle donne nella vita sociale, culturale ed economica. Infatti – continua la relazione – il coniuge debole economicamente non è solvibile per cui gli istituti di credito sono impossibilitati a concedere i prestiti richiesti.  Spesso si ha la necessità del prestito bancario per cure mediche – si sottolinea nella relazione – per lavori nelle abitazioni, o altri motivi. Con questa legge, non solo si offre una opportunità economica in più a chi ha particolarmente bisogno, ma si scrive un importantissimo passo in avanti sul fronte della democrazia paritaria tra i coniugi”.
La Commissione, inoltre, ha dato corso alle audizioni con il rappresentante del INRCA (Istituto nazionale di ricovero e cura per anziani), Giuseppe Zuccatelli, con il direttore generale dell’azienda ospedaliera ‘Annunziata’ di Cosenza, Paolo Gangemi, con il direttore generale dell’Asp di Cosenza, Gianfranco Scarpelli e con il responsabile dell’elisoccorso, Pasquale Gagliardi.
Prima di concludere i lavori, il presidente del gruppo consiliare del PdL, Gianpaolo Chiappetta, è intervenuto chiedendo al presidente Salerno di convocare a breve l’organismo sul tema della precarietà nel settore della sanità, “una questione davvero sentita ed avvertita – ha detto Chiappetta -  che aumenta il disagio sociale, per la quale è necessario lavorare per individuare soluzioni ampie e condivise”.
Il presidente Nazzareno Salerno, accogliendo le indicazioni del consigliere Chiappetta, peraltro condivise dai membri della Commissione, ha stabilito la convocazione dell’organismo per lunedì 10 dicembre, alle ore 15,30 a Palazzo Campanella.
Ai lavori della terza Commissione, hanno altresì contribuito i consiglieri: Scalzo e Guccione, del Pd; Bruni e Dattolo, dell’Udc; Vilasi (PdL), Ferdinando Aiello (Progetto democratico),  Parente (Scopelliti presidente) e Giordano (IdV).