Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 11 Dicembre 2019

“Il Giudice Meschino” su Rai 1 il 3 e 4 marzo

Potremo ammirare i panorami mozzafiato di una Calabria che riesce a sorprendere per la varietà dei suoi paesaggi e compiere quel viaggio introspettivo sul rapporto tra bene e male che pone da sempre l’uomo di fronte ad una scelta irrevocabile.
L’occasione è offerta dalla fiction Rai “Il Giudice Meschino”, tratta dall’omonimo romanzo dello scrittore Mimmo Gangemi, per la regia di Carlo Carlei e la produzione di Fulvio Lucisano, che sarà trasmessa su Rai 1 in prima serata lunedì 3 e martedì 4 marzo.

Mimmo Gangemi e Luca Zingaretti


Con Luisa Ranieri, Maurizio Marchetti e Paolo Briguglia, la miniserie in due puntate vedrà protagonista Luca Zingaretti nei panni del giudice Alberto Lenzi, un magistrato donnaiolo e un po’ indolente la cui vita piatta sarà sconvolta dall’omicidio di un amico e collega. Una vicenda che segnerà una svolta nella sua esistenza. Da lì, le indagini per l’individuazione dei mandanti dell’omicidio e la battaglia contro la ‘ndrangheta, condotta a rischio della propria vita e di quella di suo figlio.
Una storia che parla di risveglio della coscienza e di ritrovata forza interiore per una scelta di giustizia. Una storia particolare che diventa esperienza universale ogni qual volta siamo chiamati nella vita a prendere una posizione. Si coglie una grande apertura alla speranza che scalza il disincanto, la rassegnazione e quel vivere per convenzioni che è più un lasciarsi vivere.
Scrittore apprezzato, autore di pubblicazioni che gli hanno fatto guadagnare significativi riconoscimenti dalla critica, Mimmo Gangemi è orgoglioso di questo libro uscito nel 2009 eche ora andrà “in scena” sulla rete ammiraglia.
Gangemi è stato intervistato su Calabria on web dal critico letterario Gianni Carteri e dai giornalisti Antonio Cannone e Valeria Bellantoni. Ed, in questi mesi, la nostra rivista non ha mancato di seguire con attenzione il “backstage” della produzione, svelando particolari inediti e curiosità.  Per oltre un mese e mezzo, infatti, Reggio, Scilla, il Sant’Elia, l’Aspromonte e Messina si sono trasformati nel set de “Il Giudice Meschino” mentre alcune scene sono state girate in Germania.
Ricordiamo che proprio a Palazzo Campanella si tenne la conferenza stampa di presentazione dell’evento.
Il produttore ha scelto luoghi incantevoli che sono poi anche i luoghi del cuore, dell’infanzia, dei ricordi. Produttore (Fulvio Lucisano) e sceneggiatore (Gianluca De Cataldo), infatti, sono entrambi calabresi d’origine. Trent’anni fa - lo ricordiamo - sempre su produzione di Lucisano, si girava a Reggio “Ragazzo di Calabria”.
Nessun dubbio sulla riuscita della fiction, merito della storia avvincente, delle ambientazioni cariche di bellezza e del protagonista Luca Zingaretti, che tutti conosciamo nel ruolo del commissario Montalbano di Camilleri. E’ stato grazie anche alla fiction “Il commissario Montalbano” se ora la splendida cornice di Ragusa Ibla è divenuta meta turistica ambita. Speriamo che questo effetto “di ritorno” possa avverarsi anche per Reggio e per l’intera Calabria.

Qui di seguito, i link delle interviste realizzate da Calabria on web

Gianni Carteri

http://5.249.128.22/vecchio-calabriaonweb/2013/04/13/conversazione-in-una-stanza-chiusa-con-mimmo-gangemi/

Valeria Bellantoni

http://5.249.128.22/vecchio-calabriaonweb/2013/07/22/zingaretti-e-il-giudice-meschino-tra-bellezza-e-inferno/

Antonio Cannone

http://5.249.128.22/vecchio-calabriaonweb/2013/08/24/un-giorno-sul-set-col-giudice-meschino/