Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 19 Settembre 2019

Le social tv e la pubblica amministrazione

Appuntamento prezioso quello organizzato per il 10 ottobre a Torino dal Consiglio regionale: quale rapporto tra le social tv e la pubblica amministrazione? Ad avviso del prestigioso Mit del Massachusset al terzo posto, nella classifica dei trend tecnologici, figurano  le Appuntamento prezioso quello organizzato per il 10 ottobre a Torino dal Consiglio regionale: quale rapporto tra le social tv e la pubblica amministrazione? Ad avviso del prestigioso Mit del Massachusset al terzo posto, nella classifica dei trend tecnologici, figurano  le social tv che oggi sono  una realtà di cui prendere atto e da utilizzare al meglio. L’orientamento da cui si prende le mosse è che le pubbliche amministrazioni la sfida posta dai meuovi media debba essere accettata e vinta. Internet, video e social media, uniti insieme,  possono, infatti,  permettere agli enti pubblici di raggiungere i cittadini in modo meno mediato. Altro punto interrogativo su cui farà attenzione il Consiglio regionale del Piemonte: come può una webtv, in genere, essere efficace e di impatto?
A queste domande  risponderà il convegno organizzato dal Consiglio regionale per il 10 ottobre a Palazzo Lascaris (via Alfieri 15, Torino) a partire dalle 9.30.
Un incontro che precede #PA140, momento di studio e approfondimento sui social media che, dopo il successo dell’anno scorso, è diventato appuntamento annuale in calendario per la primavera.
A introdurre l’argomento sarà il giornalista esperto di media online Giampaolo Colletti, fondatore del network delle webtv italiane Altratv.tv.  Presenterà la ricerca Netizen 2013, una fotografia italiana delle webtv e dei media in rete. Mostrerà, poi, in dieci semplici mosse, come realizzare e rendere efficace e di impatto una tv online.
A ragionare sulla trasformazione della tv tradizionale dopo l’avvento di internet sarà il ricercatore Vincenzo Cosenza, uno dei massimi esperti e analisti dei social media.
Seguiranno racconti di esperienze interessanti della Pa e del settore privato che possono diventare spunti per migliorare la propria comunicazione. Ancora: al centro del convegno, in particolare, come le socialtv possano diventare strumenti dimarketing del territorio, un veicolo attraverso il quale incrementare il turismo.
Gli interventi programmati sono iseguenti:Giampaolo Colletti- founder Altratv.tv e autore “Social TV”, Gruppo24Ore; Vincenzo Cosenza - social media strategist Blogmeter e autore di vincos.it; Andrea Casalegno - direttore tecnico di Top-ix ; Anna Masera - social media editor La Stampa Mikaela Bandini - cantforget.It{aly}; Francesco Vanin - direttore Pnbox.tv ; Domenico Tomatis - direttore Comunicazione Consiglio regionale. Naturalmente, è previsto un dibattito aperto con domande e suggerimenti da parte del pubblico.