Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 25 Aprile 2019

Se l’indiscusso re dei pesci del Mediterraneo è il tonno, il pescespada (Xiphias Glaudius) è il principe riconosciuto di questo nostro mare. Nel tratto costiero tra Palmi, Bagnara e Scilla, fino a lambire la punta Faro (a Messina) da millenni, dalla primavera all’estate inoltrata, la stagione di caccia al pescespada è un’”arte” rimasta viva e vitale nel tempo, che tende però a scomparire, quasi completamente sostituita da sistemi di pesca più moderni.

Leggi il contenuto completo dell'articolo