Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 15 Ottobre 2019

Nei boschi di Zagarise un intenso profumo di pasta. “Fioccata: il primo…che fa dimenticare i secondi”

Potremmo definirla una delle belle storie di Calabria. Siamo in uno dei piccoli borghi che popolano la Presila catanzarese.

Precisamente a Zagarise (Saccharision dal  greco bizantino, centro di circa mille abitanti situato ai piedi della Sila). Qui Salvatore Fioccata produce e distribuisce pasta in agro d’eccellenza. I grani più autentici della tradizione autoctona e italiana, come quello Senatore Cappelli, selezionati e amalgamati accuratamente, in grado di rievocare storie, gusti e sapori del passato pur senza tralasciare un approccio sperimentale ed innovativo. Una “business idea” -scriverebbero gli inglesi – nata a Milano circa vent’anni fa e realizzata, non senza difficoltà, nella Calabria dell’entroterra, grazie ad un costante e dinamico sviluppo imprenditoriale, ispirato alla qualità oltre che alla ricerca d’eccellenza della materie prime. La storia della pasta che nasce a Zagarise porta nel lontano 1103 circa, quando il bizantino Fioccata, nel far preparare il banchetto per le nozze alla figlia Fresca, volle offrire agli invitati il piatto preferito della sua amata: la “pasta” di “Fresca”. Questa preparata per tempo e lasciata a riposare, causa il sole ed il particolare clima di Zagarise posta su un colle che guarda il mitico mar Ionio, in poco tempo divenne secca, e, nonostante la preoccupazione del Bizantino, raccolse il gradimento degli invitati. Ancora adesso, protagonista indiscussa è la pasta in tutte le sue declinazioni. Corta, lunga, fresca, fatta a mano, trafilata al bronzo. Pasta al pistacchio, tricolore, al nero di seppia, agli asparagi ed al vino rosso. Una gamma ampia e variegata di farine pensata per dare corpo e consistenza a ogni genere di preparazione e volta al recupero della tradizione del territorio. Correva l’anno 1990. Salvatore, studente fuori sede, decide di rientrare in Calabria e trasformare l’attività familiare in realtà imprenditoriale. Gli anni a seguire sono tutti anni di dedizione, passione e duro lavoro. Le difficoltà non mancano. Non è semplice fare impresa in Calabria. Deficit infrastrutturali, gap tecnologici, strette di credito bancarie. Eppure “Pastificio Calabria” non demorde. Va avanti. Si fa strada tra la ristorazione del comprensorio. Valorizza e promuove il territorio. Guarda all’ambiente e alla sostenibilità senza tuttavia rinunciare al progresso tecnologico.  Distribuisce in Spagna, Svizzera, Germania, Ungheria e Canada. Una lunga corsa verso l’affermazione di un marchio elitario e prestigioso, il cui successo scaturisce da una combinazione intelligente tra sistema famiglia e sistema azienda, tra valori familiari e prestazioni d’eccellenza. Insomma. Una filiera produttiva gestita con cura minuziosa, rigorosamente artigianale ed orientata a mantenere una produzione limitata per garantire uno standard qualitativo superiore. Il “Pastificio Calabria” diventa così un punto di riferimento del settore per l’innovazione dei processi produttivi, la produzione di farine speciali e qualitativamente superiori. Una produzione che si aggira sui cinquecento quintali di pasta annui e che predilige la distribuzione nei ristoranti e nei piccoli supermercati della zona. La richiesta di benessere e l’esigenza di soddisfare stili di vita più naturali hanno infine portato Salvatore Fioccata a perseguire visioni di prodotti rivolti alle nuove abitudini alimentari attraverso una serie di prodotti che puntano ad una nutrizione sana ed equilibrata. Ogni formato racchiude un momento della storia gastronomica dei luoghi che ricadano nel Parco Nazionale della Sila. Un viaggio guidato alla scoperta di gusti sempre diversi e originali che deliziano il palato ma che invita a scoprire ed apprezzare la cultura della pasta artigianale di qualità, pietra miliare della cucina italiana. “Fioccata. Il primo…che fa dimenticare i secondi”. Uno slogan che racchiude la filosofia aziendale del pastificio, saldamente ancorata alla tradizione ma che guarda al futuro con consapevolezza.