Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 21 Settembre 2019

Storie di ordinaria cultura per gli ambasciatori dell’Elmo. Un premio che valorizza il Sud ed esalta i talenti

Storie di ordinaria cultura raccontate in Calabria alla cerimonia di consegna del Premio Elmo.

Premio Elmo

Un evento giunto all’ottava edizione che premia la vita professionale di quanti contribuiscono, quotidianamente, a rendere grande e significativa l’arte, declinata in tutte le sue forme, ponendo la giusta attenzione al confronto tra appassionati, gente di cultura e del giornalismo.

Un premio, ispirato all’elmo di San Teodoro, patrono della città di Rizziconi e prestigioso riconoscimento istituito dall’associazione culturale “Piazza Dalì”, che si consolida nel panorama culturale calabrese e il cui valore è ormai riconosciuto a livello nazionale, tanto da porsi ogni anno una nuova “mission”: si passa dai concetti essenziali di “arte e cultura”, intrisi di innovazione e ricerca verso quei giovani artisti affermati in arte sperimentale, contemporanea e presente della passata edizione, all’importanza di nutrirsi di conoscenza e diffondere le bellezze come metodo più potente per contrastare l’imperversare sui media social e tradizionali del “cotto e mangiato” a tutti i costi che tende a impoverire la cultura. Una vitalità artistica e intellettuale dell’associazione Piazza Dalì, impegnata da più di 10 anni in attività finalizzate a promuovere e dare impulso agli ambienti e alle iniziative positive di “arte” in Calabria, che ha scelto quest’anno come ingrediente principe della tavola: la cultura. 

Lo stilista Anton Giulio Grande e il presidente del Premio Elmo Gianmarco Pulimeni

Dalla località pianigiana e dalla suggestiva cornice del sagrato della chiesa di San Teodoro Martire è stato lanciato un originale claim dal presidente dell’associazione, Gianmarco Pulimeni: “E la TV diventa un continuo spadellare, le riviste ingolosiscono i palati dei lettori, #foodporn impazza sui social. Perché l’Italia è cibo. Ma è solo questo? E l’Italia di Dante e Pirandello, di Caravaggio e Modigliani, di Versace e Borsalino, delle Accademie, dei teatri? Così noi, provocatoriamente, abbiamo scelto di ingolosire il nostro pubblico, vicino e lontano, conformandoci alla pressione sociale dettata dai media, con uno speciale menù a base di storie di ordinaria cultura. E anche quest´anno siamo andati alla ricerca di personalità che potessero elevare la bellezza delle arti ed esprimere riconoscenza a quanti, con il loro prestigio, fanno della cultura un baluardo di eccellenza e possono divenire ambasciatori della nostra terra”.

Domenico Naso ed Erica Cunsolo

La premiazione, condotta dalla giornalista Milena Malara, ha visto protagonisti personalità di spicco del mondo culturale fra cui attori, giornalisti, scrittori, artisti, designer di moda, associazioni che si sono alternati sul sagrato per ricevere la scultura dopo un lungo lavoro di selezione svolto dalla giuria tecnica presieduta dal giornalista e autore televisivo Domenico Naso. La gremita partecipazione alla cerimonia di premiazione ha visto alternarsi sul sagrato della Chiesa di San Teodoro il magistrato Antonio Salvati, che ricopre la carica di giudice del lavoro presso il Tribunale di Reggio Calabria e cura il “Festival Nazionale di Diritto e Letteratura”, attraverso il quale si affrontano tematiche giuridiche di ampio respiro generale partendo dalle opere di grandi autori della letteratura classica e contemporanea, e non solo. Andrea Perrone ha ricevuto il premio per il grande successo riscosso sui social network come fashion blogger e influencer. Il fotografo Armando Grillo ha reso celebre la propria azienda “FotomodernaGrillo” nel campo della moda a livello internazionale.

L'attore Walter Cordopatri e la presentatrice Milena Malara

L’attore, regista e interprete di musical e cortometraggi, Walter Cordopatri, presidente dell’associazione Prosopon e direttore della Scuola di recitazione della Calabria, ha ricevuto l’elmo dopo aver ottenuto svariati premi nei festival cinematografici.

La giovane stilista votata alla riscoperta della femminilità misurata e mai ostentata, Azzurra Di Lorenzo, si è contraddistinta per le esperienze professionali come fashion designer per alcune note aziende italiane raggiungendo importanti traguardi ai festival di moda internazionali. Sempre nel campo della moda si è distinta l’imprenditrice e cofondatrice del brand 2milami, Patrizia Sorrentino, che ha lanciato un brand che faccia sentire la donna adeguata a ogni occasione: "di donne per le donne" ci tiene a precisare! Le sue realizzazioni stanno conquistando il mondo dello spettacolo e delle influencer.

La scultura è stata consegnata anche alla pittrice autodidatta contemporanea, Calì La Rebelle, per le molteplici attività artistiche che l'hanno vista protagonista sul territorio regionale e nazionale.

La scrittrice Chiara Fera

L’importante riconoscimento è stato consegnato anche alla scrittrice Chiara Fera dopo l’ultima pubblicazione de “Il libro invisibile di Pietro Citati”.

Il volto televisivo e redattrice del network di LaC, Erica Cunsolo, si è contraddistinta per la sua carriera di presentatrice e autrice di programmi sul territorio calabrese, dai premi letterari alle kermesse di moda, dai festival di musica alle manifestazioni sportive fino ai format giornalistici.

L´attrice Giusy Loschiavo ha ricevuto l’elmo dopo aver partecipato alla fiction Ultimo con Raul Bova e a vari spettacoli teatrali nel territorio italiano.

L'attrice Giusy Lo Schiavo

Infine, il violinista Marco Misciagna, che si è esibito per l’occasione, ha ottenuto l’elmo per la brillante carriera e i numerosi premi internazionali ricevuti, tanto da ricevere in qualità di miglior allievo del Conservatorio l’invito al Palazzo del Quirinale da parte del Presidente della Repubblica Ciampi. Il Premio Elmo entra a far parte degli eventi culturali di rilievo in Calabria ed è stato sostenuto dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, dal Comune di Rizziconi e affiancato dall´Associazione Arte e Cultura di Taormina e dalla Fondazione “Leonardo Sinisgalli” e si è pregiato della rinnovata partecipazione dello stilista Anton Giulio Grande in veste di direttore artistico della neo sezione Moda. Da questo piccolo centro del Sud Italia si pongono all’attenzione dei media le storie di ordinaria cultura e le figure emergenti o di rilievo del panorama artistico, riunite dall’idea comune che costruire e diffondere un patrimonio di conoscenze e bellezze siano un impegno che gli individui e le comunità possono realizzare a ogni latitudine. Dunque, un premio che porta bene e chi lo riceve ottiene maggiore fama, ma soprattutto è il preludio a qualche altro riconoscimento o traguardo: la giornalista Erica Cunsolo, infatti, ha confermato ufficialmente una nuova collaborazione con “Striscia la Notizia”. Da otto anni, grazie al Premio Elmo, si raccontano storie cercando di lasciare un’impronta culturale indelebile per le nuove generazioni. I nuovi ambasciatori dell’elmo saranno maggiormente impegnati a promuovere un territorio che ha un immenso patrimonio umano e artistico da valorizzare.