Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 19 Agosto 2019

Aeroporto da record

Lamezia, 2 milioni di passeggeri

Vero e proprio fiore all'occhiello della Calabria. L'aeroporto internazionale di Lamezia Terme occupa il primo posto in assoluto nel panorama dei trasporti meridionali. E' fra i primi 20 scali d'Italia e nei mesi scorsi ha raggiunta la cifra record di 2 milioni di passeggeri. Tanti infatti, i viaggiatori in transito nell’aeroporto.

"Si tratta di un obiettivo che ci colloca tra i più importanti aeroporti d’Italia" ha avuto modo di commentare il presidente della Sacal (la Società che gestisce lo scalo). Speziali non ha esitato, a ragion veduta, nel sottolineare che il dato dei 2 milioni di passeggeri e oltre, "è il risultato delle politiche di crescita attuate, che impone nuovi investimenti e intense attività organizzative per garantire servizi sempre più avanzati ed efficienti".

Lo scalo aereoportuale di Lamezia Terme


Insieme al risultato "storico" dei passeggeri, allo scalo di Lamezia nelle scorse settimane è stata inaugurata la nuova sala Vip che, "grazie a una specifica convenzione con Alitalia, rappresenterà un punto di riferimento di prestigio per la clientela". Intanto, in attesa della nuova e avveniristica aerostazione, è stato inaugurato anche un terminal aggiuntivo che consentirà di superare piccole disfunzioni dovute all’impetuosa crescita dei passeggeri e dei voli. Si tratta di un terminal dedicato alle compagnie low cost, in particolare all’irlandese Ryanair che ha in progetto di creare un mini-hub in Calabria, nel cuore del Mediterraneo.

La Sacal, insomma, continua a lavorare per il progressivo superamento della condizione di stagionalità per alcune tratte e voli da Lamezia. All'inaugurazione del nuovo terminal, il presidente Speziali, ancora una volta ha evidenziato che

“L’aeroporto internazionale di Lamezia Terme si caratterizza sempre di più come la grande e privilegiata porta d’accesso della Calabria, ma anche come una moderna struttura idonea per la valorizzazione delle eccellenze regionali, a partire da quelle agroalimentari e dell’artigianato artistico. Il cda della Sacal spa ha inteso dare risalto, con il coinvolgimento delle massime autorità civili, militari e religiose, un momento tanto significativo per la vita dell’aeroporto e per l’intero tessuto economico e sociale calabrese. La nostra infrastruttura si conferma come una delle più dinamiche del Paese. L’aumento costante dei passeggeri significa anche necessità di nuovi investimenti finalizzati all’erogazione di servizi sempre più efficienti, moderni e tecnologicamente avanzati”.

Lo scalo aereoportuale di Lamezia Terme


Dal canto suo il presidente Enac Riggio ha sottolineato come si debba puntare ad altri e più prestigiosi obiettivi non nascondendo come l’aeroporto di Lamezia sia l’aerostazione d’eccellenza e punto di riferimento per tutta la Calabria. Per puntare in alto, però, secondo Riggio bisogna anche adeguare una struttura che non può non avere come massima priorità l’ampliamento e l’innovazione della struttura stessa. Inoltre, secondo Riggio, la Calabria non deve puntare ad una aeroportualità diffusa, ma cercare di potenziare e migliorare la propria rete ferroviaria e viaria. Sulla riqualificazione dell’aeroporto Speziali precisa che è già stata finanziata, ed è in corso di realizzazione, l’ampliamento della pista d’atterraggio per ulteriori 3.000 metri. Questo ampliamento comporterà l’arrivo di vettori intercontinentali, caratterizzando sempre più l’aeroporto come internazionale. Inoltre, a breve, sarà finanziato un primo lotto funzionale di 50 milioni di euro, dei complessivi 90 milioni che dovrà approvare il Cipe, e che riguardano la realizzazione della nuova aerostazione.

Per Speziali, ulteriore impulso all’aeroporto verrà dato anche dalla riqualificazione dell’area esterna all’aeroporto con la “torre dell’eccellenza”, una sorta di centro commerciale dei prodotti tipici calabresi che avrà il suo apice nel ristorante panoramico posto in alto alla struttura. Alla fine, l’orafo Gerardo Sacco ha voluto rendere omaggio al traguardo dei 2 milioni di passeggeri con una targa in cui spiccano le sue famose maschere apotropaiche e una riproduzione di Terina, in omaggio alla città di Lamezia Terme sede dell’aeroporto regionale.

 

Per maggiori informazioni >> Scheda di approfondimento