Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 24 Gennaio 2020

Qualità e varietà nella nuova stagione di Catonateatro

E sono adesso trentuno le candeline che soffiano sull’Arena “Alberto Neri” intitolata ad un grande uomo e medico cui si deve la nascita dell’ematologia reggina. Professionalità e passione in dose massiccia, tali da superare le tante difficoltà incontrate soprattutto quest’anno, E sono adesso trentuno le candeline che soffiano sull’Arena “Alberto Neri” intitolata ad un grande uomo e medico cui si deve la nascita dell’ematologia reggina. Professionalità e passione in dose massiccia, tali da superare le tante difficoltà incontrate soprattutto quest’anno, fanno sì che la bandiera della cultura svetti sempre più alta su Catonateatro che s’appresta a vivere la sua trentunesima stagione.brochure.catonateatro Un prodotto di qualità e diversificato continua ad essere alla base del rassegna e di un rapporto simbiotico con la platea che riconosce alla Polis Cultura il merito di ospitare grandi nomi del panorama nazionale e di offrire alla comunità calabrese un cartellone di alto livello artistico. Ancora, questi contenuti sono sintetizzati nell’essere Catonateatro “Centro di Alta Cultura per il trentennale impegno (1986-2015) nella diffusione e valorizzazione del teatro, quale elemento imprescindibile di arricchimento e difesa dei valori umani”. Completato da tempo il cartellone, una partita importante si gioca sul fronte della campagna abbonamenti partita lo scorso 16 maggio con la possibilità per i vecchi abbonati di riconfermare il proprio posto fino al 4 giugno mentre dal 5 al 17 giugno partirà la sottoscrizione dei nuovi abbonamenti e dal 19 giugno si procederà alla vendita dei singoli biglietti per tutta la stagione e dal 20 acquisto biglietti on line dal sito web. Serena Autieri e Paolo Conticini, con la partecipazione straordinaria di Fioretta Mari, saranno i protagonisti di “Vacanze Romane” il 23 luglio per la giornata inaugurale mentre Massimo Ranieri la chiuderà il 24 agosto in “Sogno e son desto … in viaggio”: percorso di grandi canzoni, racconti particolari e colpi di teatro. Altro nome di spicco, Patty Pravo (“Eccomi” il titolo del suo concerto) in programma sabato 13 agosto e sarà l’occasione di rivivere “Pazza Idea”  “E dimmi che non vuoi morire”, “Pensiero Stupendo”, “Il vento e le rose” e “Unisono”. Ancora, giovedì 28 luglio:  “Dieci piccoli indiani … e non ne rimase nessuno”, tratto dal capolavoro di Agatha Christie (con Pietro Bontempo, Giulia Morgani, Massimiliano Giovanetti, Carlo Simoni, Mattia e Leonardo Sbragia, Ivana Monti, Franco Graziosi, Luigi Diberti, Caterina Misasi regia Ricard Reguant) mentre il 2 agosto “Don Chisciotte”, tratto da Miguel de Cervantes, riporterà sul palcoscenico un amico speciale della Polis Cultura e del pubblico reggino: Enrico Guarneri, nei panni del sognatore che vola via dalla vita immergendosi nelle gesta epiche dei cavalieri erranti in un inciampo di eroismo che si trasforma in comicità onirica.

DCIM101GOPRO DCIM101GOPRO


Per Guarneri, sarà questo il primo dei due appuntamenti sulle rive catonesi,  visto che  venerdì 19 agosto, sarà  il mattatore di “Quaranta ma non li dimostra”, di Peppino e Titina De Filippo, regia Antonello Capodici. E’ il salotto borghese, con il balconcino che si affaccia sulla Sicilia degli anni '50, a fare da sfondo alla vicenda di don Pasquale e delle sue quattro figlie. Ancora un comico, a sottolineare il taglio leggero nello spirito dell’estate, ma non per questo semplicistico, che Catonateatro ha sempre cercato di garantire. Sarà Lello Arena, il  5 agosto, il protagonista di “Parenti serpenti” di Carmine Amoroso (regia Luciano Melchionna), portandoci nel caldo Natale di famiglia, nel paesino d’origine, come ogni anno da tanti anni. Un Natale a casa dei genitori anziani che aspettano quel momento per rivedere i figli cresciuti ed andati via.   Martedì 8 agosto “Serial killer per signora”, musical di Douglas J. Cohen, accende i riflettori sull’arte di Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia e su un rapporto simbiotico tra i due e le loro rispettive “carriere”. Giovedì 11 agosto: “Il divorzio dei compromessi sposi”, liberamente tratto dal romanzo di Alessandro Manzoni, scritto, diretto e interpretato da Carlo Buccirosso, con Rosalia Porcaro, Gino Monteleone e Nunzia Schiano, disegna una storia che ha i suoi innegabili punti di forza nella tradizione teatrale e nel divertimento della più classica delle satire popolari.   Martedì 16 agosto, altro attore siciliano amato: Pippo Pattavina, interprete de “L’altalena” di Nino Martoglio in una vicenda oscurata dalla serie infinita di gag che Martoglio ha creato per Ninu e Pitirru. Infine, fuori abbonamento, due appuntamenti nell’ottica di valorizzare le eccellenze del territorio e dei nostri giovani, cosa cui tiene molto Lillo Chilà: martedì 19 e mercoledì 20  luglio, “La traviata di Giuseppe Verdi (direttore David Crescenzi, regia Mario De Carlo, Orchestra e coro F. Cilea) e domenica 7 agosto “Filmusic – suoni e colori del cinema” con l’Orchestra Grande ME.LA di Melicucco e Laureana di Borrello diretta dal maestro Maurizio Managò: un viaggioin musica di alcuni capolavori del grande schermo.

Brochure Catonateatro 2016