Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 17 Agosto 2018

Alternanza scuola – lavoro, sottoscritte convenzioni a palazzo Campanella

Sono state sottoscritte, questa mattina a palazzo Tommaso Campanella, le convenzioni per l’alternanza scuola – lavoro tra il Consiglio regionale della Calabria e tre istituzioni scolastiche reggine: l’Ite “Ferraris”, il liceo delle scienze umane “Gullì” e l’Ite “Piria”.

Dopo l’iscrizione dell’Assemblea legislativa calabrese nell’apposito registro nazionale, ha dunque ufficialmente preso il via il progetto pilota di formazione degli studenti, che nel futuro sarà esteso ad altre scuole.Alternanza Scuola Lavoro
All’incontro indetto per la firma (apposta dai tre dirigenti scolastici e dal segretario generale Maurizio Priolo) ha partecipato il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, che ha affermato: “Oggi si rinsalda il nostro rapporto con il mondo della scuola. Una relazione virtuosa, fondata sulla costante collaborazione e sulla capacità di mettere al centro dei progetti gli studenti, ovvero i cittadini e i professionisti del domani”.
Secondo Irto, “lo scopo dell’alternanza scuola-lavoro è incrementare le opportunità occupazionali e le capacità di orientamento degli studenti. Noi crediamo fortemente in questa filosofia. E al di là delle proteste del passato, sotto alcuni profili condivisibili, siamo convinti che unire il sapere al ‘saper fare’ sia la strada giusta. Il mercato occupazionale, infatti, è diventato complicatissimo e nel curriculum di chi cerca lavoro hanno un peso crescente le cosiddette ‘soft skill’. Garantiremo ai ragazzi – ha proseguito il Presidente – il migliore percorso didattico per far capire loro come funziona questa istituzione”. Gli uffici che ospiteranno gli studenti abbracciano una larga parte delle competenze amministrative dell’ente: dal settore bibliotecario e archivistico alla comunicazione e all’informazione; dai servizi come il provveditorato e il settore tecnico, al management della Pubblica amministrazione, fino all’elemento in assoluto più specifico per un Consiglio regionale, cioè il settore legislativo.
Per il dirigente scolastico del liceo Gullì, Alessandro De Santi, “questa convenzione avvia un percorso di valenza didattica e orientativa di alto livello, nel segno di una rafforzata cooperazione istituzionale”. Il dirigente dell’Ite Piria, Ugo Neri, ha definito l’alternanza scuola – lavoro con l’amministrazione di Palazzo Campanella “foriera di ricadute positive per gli studenti, che hanno le competenze necessarie ad affrontare la sfida”. La docente referente dell’Ite Ferraris, Giuseppina Pugliatti, in rappresentanza della dirigente Rina Manganaro, ha auspicato “un incremento delle opportunità di inserimento dei ragazzi nel progetto”. Infine, spazio ai contributi dei rappresentanti della Consulta degli studenti, Paolo Morabito (Piria), Ruggero Britti e Ivan Pizzimenti (Gullì), che hanno parlato all’unisono di “una grande opportunità di crescita individuale e un’occasione per avvicinare il Palazzo ai giovani”.