Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Giovedì, 24 Maggio 2018

Nava: “Estendere alle donne vittime di violenza di genere i benefici di cui alla legge numero 4/2018”

Si è concluso con l’approvazione di un testo condiviso l’incontro che la Commissione regionale per le Pari Opportunità della Calabria, presieduta da Cinzia Nava, ha tenuto

questo pomeriggio a Palazzo Campanella, alla presenza della presidente della Conferenza nazionale degli organismi regionali di PPOO, Roberta Mori, accompagnata dalle presidenti delle Commissioni Sardegna e Piemonte. Questo il contenuto che si trasmette nella sua stesura integrale.20180413_162914
Dopo l’illustrazione della proposta di legge sulla “estensione alle donne vittime di violenza di genere dei benefici di cui alla legge 11 gennaio 2018 n. 4”, da parte delle presenti, si esprime un sostanziale parere favorevole nel merito all’articolato da trasmettere ufficialmente all’esame delle Commissioni competenti  anche al fine di darne rappresentazione piena ed efficacia all’iter di presentazione in Parlamento. Si rileva infatti che tale approccio normativo contribuisca ad affermare un protagonismo femminile nella società attraverso il riconoscimento di un  diritto che tuteli la dignità della donna”.
Prima dell’esame e dell’approfondimento sulla proposta di legge redatta dalla CRPO, era intervenuto il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, sottolineando “l’impegno costruttivo che la Commissione calabrese, guidata da Cinzia Nava, sta portando avanti anche e soprattutto sul piano dell’attività legislativa. Questo disegno di legge è particolarmente importante – ha detto Irto-  perché mette al centro la dignità della persona, lontano dalla logica assistenzialistica che ci ha accompagnato per tanto tempo, rappresentando una autentica occasione di riscatto per la donna”.IMG-20180413-WA0016
“Sono molto soddisfatta per il riconoscimento tributato all’impegno della Commissione che ho l’onore di guidare nel campo della promozione delle politiche di genere. Il documento finale che – dice la presidente Cinzia Nava- abbiamo condiviso con la presidente della Conferenza nazionale degli organismi regionali di PPOO, Roberta Mori e le presidenti delle Commissioni Sardegna e Piemonte, testimonia questo sforzo comune che, adesso, ha un nuovo e significativo punto di partenza dal momento che la nostra proposta di legge sulla “estensione alle donne vittime di violenza di genere dei benefici di cui alla legge 11 gennaio 2018 n. 4” verrà sottoposta all’attenzione del Parlamento”.
E’ il risultato di mesi di studio legislativo, incentrato sull’esame delle leggi esistenti che prevedono benefici permanenti per le vittime del crimine al fine di verificare se le stesse agevolazioni, attinenti il lavoro, potessero essere riconosciute anche per le vittime di violenza. L’idea di un intervento normativo che andasse in questa direzione–  spiega ancora Cinzia Nava- si lega proprio alla volontà di offrire una valida alternativa a chi dalla violenza spesso non riesce a fuggire, per debolezza e mancanza di riferimenti, ma anche per ragioni economiche connesse alla paura di non riuscire a garantire un futuro a sé e ai propri figli. La sfida è dunque culturale, ma passa spesso da quella autonomia lavorativa che diventa occasione di riscatto e di libertà per la donna”.