Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 15 Ottobre 2019

Marziale: "Prima della legge, la società isoli la violenza contro donne e bambini"

"Quanto accaduto alla quindicenne di Reggio Calabria ferita, verosimilmente in maniera accidentale e per fortuna non grave, rimane comunque un fatto di violenza esecrabile che ancora una volta espone una minore al pericolo di vita”.

il Garante per l’Infanzia e l'Adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale il Garante per l’Infanzia e l'Adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale


Lo afferma in una nota il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Antonio Marziale.
“Il gesto insano ripropone quanto la violenza su donne e bambini viaggi sui binari paralleli di un fenomeno al quale occorre porre al più presto fine.
Il corpo sociale nella sua interezza deve contribuire a questa battaglia, innanzitutto con l’atteggiamento che deve essere di sdegno e stigma senza riserve. Prima ancora della legge deve essere la società a condannare la violenza, affinché si generi una cultura che semini nel nostro territorio radici profonde”.